Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Arte, Primo Piano

Al Marca personale di Pietro Fortuna ed il progetto Omi

Scritto da on 7 giugno 2012 – 10:51nessun commento

Giovedì 7 giugno alle ore 18 il MARCA di Catanzaro in Via A. Turco, 63,  apre il ciclo di  mostre estive con l’inaugurazione  dell’installazione di Pietro Fortuna Glory III-Il primo cielo, a cura di Alberto Fiz, realizzata appositamente per gli spazi del museo, che potrà essere visitata sino al 3 luglio.

Glory raccoglie un ciclo di esposizioni che hanno l’intento di ripercorrere in forma tematica l’intero corso del lavoro di Fortuna. Dopo il Tramway di Glasgow e il Macro di Roma, si inaugura al MARCA la terza mostra della serie,  intitolata Glory III- Il primo cielo, accompagnato da un Catalogo edito da Rubbettino, con testi di Paolo Aita, Dario Evola, Massimo Iritano e Maurizio Marrone.

Il cortile del MARCA diventa lo scenario per innescare un processo estetico complesso dove l’artista s’interroga sul destino irrevocabile delle cose.

<<Un’esistenza, quelle delle cose -sottolinea Fortuna-  che non si offre a noi ma ci invade, sopraggiunge nell’ignoranza delle nostre paure e delle nostre meraviglie>>.

A completare l’installazione una serie di lavori realizzati dall’artista nell’ultimo decennio, sempre in bilico tra visibile e invisibile.

Sempre giovedì 7 verrà proclamato il vincitore della prestigiosa borsa di studio all’estero per l’’accesso alla International Artists Residency, che consente ad un giovane artista calabrese di frequentare per un periodo di tre settimane l’Omi International Arts Center di New York. Il progetto, nato dalla collaborazione tra il MARCA e la Dena Foundation for Contemporary Art, è giunto alla seconda edizione e rappresenta una straordinaria opportunità di formazione e di crescita per artisti di talento.

 

Due iniziative estremamente significative che sostanziano la vocazione del Museo catanzarese alla divulgazione e alla conoscenza dell’arte contemporanea.

Insomma, come tiene a rimarcare Wanda Ferro, Presidente della Provincia di Catanzaro <<nonostante la difficile congiuntura economica, il MARCA continua a dimostrarsi come una delle realtà più dinamiche e attive in ambito nazionale.  La realizzazioni di progetti specificamente studiati per lo spazio espositivo e la promozione dell’arte giovane presente sul territorio costituiscono due obiettivi fondamentali per una struttura che non si limita ad ospitare eventi ma crea cultura>>.

La collaborazione con la Dena Foundation ha consentito anche quest’anno di offrire una preziosa opportunità di studio e di confronto ad un giovane artista. L’attenzione si è concentrata su una realtà in crescita come quella di Catanzaro e della sua provincia che, grazie alla presenza del MARCA, dell’Accademia di Belle Arti a cui si aggiungono Intersezioni e il Parco Internazionale della Scultura, ha dimostrato di essere particolarmente sensibile all’affermazione dei nuovi linguaggi.  Lo scorso anno l’ambito riconoscimento è stato assegnato a Domenico Cordì, mentre nell’edizione 2012 i contendenti, tutti con meno di trent’anni, sono Paola Ascone, Santo Alessandro Badolato, Leonardo Cannistrà e Roberta Mandoliti.

L’Omi International Arts Center, sede della International Artists Residency, si trova nella Hudson River Valley, all’interno dello stato di New York. Qui, ogni anno si riunisce un gruppo di circa trenta artisti provenienti da vari paesi del mondo, selezionati fra migliaia di candidati. Sotto la guida di un curatore internazionale di grande prestigio, gli artisti condividono e scambiano idee, mettono a confronto le proprie esperienze, approfondiscono la conoscenza della scena artistica degli altri paesi, incontrano critici, curatori e galleristi di New York e soprattutto elaborano un nuovo progetto che nella fase di selezione è stato approvato dalla commissione internazionale.

La proclamazione del vincitore avverrà durante un incontro a cui partecipano, oltre a Wanda Ferro e Alberto Fiz, anche Francesca Di Nardo, consulente artistica della Dena Foundation, la critica d’arte Serena Carbone e l’artista Domenico Cordì che racconterà della sua esperienza all’Omi.

Info:

Studio ESSECI – Sergio Campagnolo tel. 049.663499 info@studioesseci.net
Ufficio Mostre-Settore Cultura Provincia di Catanzaro tel. 0961.84721-0961.84724