Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Arte

Angelo Aligia espone alla Galleria Nazionale di Cosenza

Scritto da on 2 ottobre 2010 – 03:18nessun commento

A Cosenza a Palazzo Arnone dal 9 ottobre al 7 novembre 2010 la mostra “Terra Vento Pietra di Angelo Aligia”.

E’ stata inaugurata venerdì 8 ottobre presso la Galleria Nazionale di Cosenza, alla presenza di Fabio De Chirico, soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria; Salvatore Perugini, sindaco di Cosenza; Gerardo Mario Oliverio, presidente della Provincia di Cosenza; Mario Caligiuri, assessore regionale alla cultura e Francesco Prosperetti, direttore regionale Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria e dello stesso artista, la mostra TERRA VENTO PIETRA, curata da Fabio De Chirico e Andrea Romoli Barberini, che propone installazioni e sculture a parete di Angelo Aligia.

L’artista, nato a Maierà (Cosenza) nel 1959, protagonista in numerose rassegne personali e collettive, tenute in spazi pubblici e gallerie private tanto in Italia che all’estero, vive e opera nella vicina Diamante e sin dagli esordi ha contrassegnato con un radicato legame alla propria terra la sua sperimentazione artistica. La sua ricerca, difatti, preserva e rinnova la memoria di quel paesaggio, frugale e prodigo – un’ultima propaggine dell’aspro Pollino che declina docile verso il Tirreno – e con la sapienza manuale di gesti antichi doma o ri-genera materiali naturali per trasfigurarli in nuovi moduli creativi.
A Palazzo Arnone le sue installazioni in terra, pietra, legno, canne intrecceranno un inedito dialogo con l’architettura cinquecentesca, evocando, fra sorpresa e smarrimento, inattese impressioni metropolitane. Nel cortile sarà esposta l’installazione Geometrie della materia; nelle sale espositive, al piano terra, il ciclo di sculture a parete Terra Madre e l’installazione sonoro-visiva In attesa del vento.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 7 novembre 2010, dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle 18.00.