Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Arte

Arti visive e dimensione umana in mostra ad Open Space 1, a Palazzo Arnone a Cosenza

Scritto da on 7 ottobre 2011 – 15:51nessun commento

Si inaugura alla Galleria Nazionale di Cosenza (Palazzo Arnone)  l’8 ottobre 2011, ore 19.00, in occasione della Giornata del contemporaneo, per proseguire sino al 6 novembre 2011 la mostra Open Space 1. La dimensione umana del contemporaneo.

La rassegna, curata da Fabio De Chirico  e Carmelo Cipriani, comprende opere e video di giovani artisti, che si stanno mettendo in luce nelle arti visuali in campo nazionale ed internazionale, come Dario Agrimi, Silvia Camporesi, Claudia Zicari e  molti altri.

<< Si è ritenuto opportuno riconsiderare la necessità di creare un’occasione ciclica Open Space che di anno in  anno, scegliendo un tema specifico, desse conto dello stato delle ricerche, delle sperimentazioni, della molteplicità dei linguaggi, nonché della varietà dei percorsi di senso che attraversano la realtà espressiva contemporanea.

 

Il filo conduttore della mostra è La condizione umana, tema che non rievoca solo dimensioni  ntropologiche ed esistenziali, ma che, alla luce delle più recenti ricerche filosofiche, evidenzia un progressivo ritorno delle esperienze comunicative verso l’essenzialità di contenuti, da tempo irrintracciabili nella deriva e frammentazione identitaria, proprie della cultura postmoderna.

 

All’interno della ‘liquidità’ che caratterizza il contemporaneo, dopo il post-human, sembra non esserci

spazio per incidentali pause di riflessione sulla dimensione dell’umano.

 

Questa mostra ha l’intento di far emergere quel territorio delle ricerche visive indirizzato al recupero,

alla riflessione, alla riproposizione di tutte quelle forme di ostensione, scavo, riformulazione di esperienze che attengono alla dimensione umana, sia nella forma del recupero che in quella della riformulazione linguistica>>.

La mostra rimarrà aperta dal martedì a domenica dalla h.10 alle h. 18.

Info e prenotazioni

Tel. 0984. 795639

www.articalabria.it