Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Arte

Attraversamenti & Diramazioni all’Open Space di Catanzaro

Scritto da on 5 gennaio 2012 – 08:05nessun commento

 

Prosegue sino al 10 gennaio 2012 al Centro per l’Arte Contemporanea Open Space, Via Romagna, 55  di Catanzaro la mostra Attraversamenti & Diramazioni, promossa dallo stesso Centro con il contributo dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro.

Trentasei artisti (Edgardo Abbozzo, Salvatore Anelli, Caterina Arcuri, Kengiro Azuma, Renata Boero, Nicola Carrino, Alberto Casiraghy, Bruno Ceccobelli, Riccardo Dalisi, Lucio Del Pezzo, Crescenzo Del Vecchio, Giulio De Mitri, Gianluca Murasecchi, Carmine Di Ruggiero, Piero Di Terlizzi, Toni Ferro, Raffaella Formenti, Pietro Fortuna, Fathi Hassan, Iginio Iurilli, Felice Levini, Marco Lodola, Renato Mambor, Giuseppe Maraniello, Umberto Mastroianni, Fernando Miglietta, Carlo Mo, Albano Morandi, Ugo Nespolo, Antonio Noia, Mario Parentela, Luca Maria Patella, Augusto Perez, Pino Pinelli, Emilio Tadini, Walter Valentini) , protagonisti della scena artistica contemporanea,  appartenenti  a generazioni e territori differenti, che operano con modalità e materiali molteplici, ma uniti dalla medesima tensione verso linguaggi espressivi ‘altri’.

Come scrive Simona Caramia nelle note di presentazione alla mostra,  l’Arte è una risposta all’epoca di tensioni ed incertezze, sociali ed individuali, che  stiamo vivendo.  <<Nella nuova società, rifondata dall’Etica,deve essere trainante il ruolo dell’Arte, intimamente legato alla Vita, nella misura in cui Estetica –nell’accezione ampia del suo significato- indica ogni ambito ‘sensibile’ dell’esistenza. … l’Arte abita e al contempo trasforma la realtà.

Spinto così da una vivida tensione esplorativa, l’artista ha il potere di riplasmare il mondo, accorciando le distanze: producendo simbolici Attraversamenti di spazi e tempi, realizzando Diramazioni che possano superare rigide geografie e differenze socio-culturali>>.