Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Arte, Fumetto

Da Milo Manara ad Andrea Pazienza, la IX edizione de Le Strade del Paesaggio

Scritto da on 30 settembre 2015 – 08:59nessun commento

All’inizio c’era Edwige Fenech. Croce e delizia dell’universo maschile negli anni ’70. Compresi due artisti come Milo Manara e Dario Brunori, che partono da lei per parlare di donne, erotismo e sensualità nella serata inagurale,  al  Rendano di Cosenza, il prossimo 9 ottobre de Le Strade del Paesaggio, Festival del Fumetto, organizzato dalla Provincia di Cosenza e dalla Cooperativa Cluster, che dal 2007 invade la cittadina bruzia  sulle orme del fumetto d’autore.

Come quello firmato da Milo Manara, 70 anni appena compiuti, di cui ben 40 di carriera, condotta un festival fumetto manara 034087c10_XLpo’ per passione, un po’ per gioco, ripercorsa in quella che è forse la mostra di punta del Festival, Le stanze del desiderio, 100 tavole che riepilogano le tappe salienti di una visione artistica che lo colloca ai vertici della galassia culturale dei nostri tempi, al fianco di  Fellini, Cerami, Jodorowski.

Da non perdere  le due mostre che omaggiano Batman, l’eroe di Gotham City creato nel 1939 dalla matita di Bob Kane e Bill Finger,  pubblicato dalla DC Comics, di cui sono pubblicate alcune tavole inedite di Giancarlo Caracuzzo uscite nella collana Batman ’66 e quelle realizzate dai maggiori autori di fumetti italiani e internazionali che offrono un loro personalissimo tributo al Cavaliere Oscuro.

Tra gli allestimenti aperti sino al 25 ottobre al Museo del Fumetto c’è pure L’albero della cuccagna. Nutrimenti dell’arte, un progetto di Achille Bonito Oliva, che mette insieme 40 artisti di fama internazionale, da Masbedo a Lara Faravetto e Oliviero Toscani, ospitati in altrettanti musei  in tutto il territorio nazionale, che si cimentano con l’albero della cuccagna e il suo articolato bagaglio simbolico, in termini di abbondanza, fortuna, prosperità, che affondano le radici nella notte dei tempi nei culti arborei del Vecchio Continente. A Cosenza il progetto è rappresentato da Grazia La Padula, fresca di Premio Carlo Bascarato 2015 come Autore Rivelazione per il suo ultimo lavoro, Echi Invisibili (Tunuè) disegnato e scritto a quattro mani con Tony Sandoval.

Tra gli ospiti che si succederanno nelle giornate del Festival c’è Gino Castaldo, critico musicale e Andrea-Pazienzaconduttore radiofonico seguitissimo dal grande pubblico, che insieme a Marina Comandini, traccia un ritratto anche inedito di Andrea Pazienza, il ragazzo che disegnava fumetti e amava le moto e Pino Daniele, morto a 32 anni per una overdose, che dalle pagine di Frigidaire, de il Male e e nelle sue tavole ha saputo raccontare con lucida follia la generazione degli anni ’80 e le derive di un Paese in crisi di nervi (9 ottobre, ore 17). Nel parterre campeggiano pure Bruno Brindisi, Claudio Chiaverotti, Moreno Burattini e molte altre punte di diamante del fumetto italiano.

Il fumetto in Calabria è rappresentato da  Roberto Megna e   Carlo Lauro, da Reggio Calabria, autori di Dick and Cok, protagonisti di vignette umoristiche, alter ego di entrambi gli autori.

Tra le novità, l’espansione dell’area Games e l’ingresso della sezione Cosplay, mix tra costume e play, che indica la prassi di indossare i panni e interpretare il personaggio preferito, fenomeno nato in Giappone negli anni ’80 e diffusosi rapidamente in tutto il mondo, che avrà come protagoniste  Nadia Baiardi, aka NadiaSK, la cosplayer italiana più conosciuta a ogni latitudine, e Gabriella Orefice aka Mogu Cosplay, creatrice di oltre 50 costumi  per contest internazionali e nazionali e protagonista delle principali manifestazioni che si svolgono a livello mondiale (sabato 10 e domenica 11 ottobre),  nonchè tre Laboratori tematici, dedicati alla realizzazione di armi e accessori, parrucche, maschere per giovani, e meno giovani, cosplayer.

 

Info su programma completo ed eventi sul sito http://www.lestradedelpaesaggio.com/index.php/it/