Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Arte

In Calabria nasce un nuovo museo di arte contemporanea, il PDAC

Scritto da on 8 luglio 2012 – 20:20nessun commento

Si inaugura venerdì 13 luglio 2012, ore 19.00  il PDAC, il nuovo spazio di arte contemporanea voluto dal Comune di Maierà, ospitato nella splendida cornice di  Palazzo  Ducale in Via Duomo, Maierà (Cs), affidato  alla  direzione artistica di Andrea Romoli Barberini.

La programmazione del museo prende il via con due mostre. La prima,  Appunti e contrappunti visuali. Figure e momenti dell’arte presente, a cura di Andrea Romoli Barberini,  che intende proporre 40 opere di diverse tecniche e formati realizzate da  Angelo Aligia, Luciano Bertoli, Nunzio Bibbò, Ennio Calabria, Andrea Carini, Giulio Catelli, Solveig Cogliani,  Angelo Colagrossi, Pier Giorgio D’Angelo,Bruno Donzelli, Franco Ferrari, Luca Grechi, Jaber, Paolo Liberati, Piero Mascetti,Minya Mikic, Pietro Perrone, Ruggero Savinio, Marco Tamburro, Lino Tardia, Giulio Telarico.

 

Da non perdere anche la seconda proposta, la mostra itinerante SeiSud (giunta alla sua sesta tappa), che raccoglie  circa 22 opere realizzate da Domenico Cordì, Sebastiano Dammone Sessa, Giuseppe Negro, Fabio Nicotera, Vincenzo Paonessa, Ernesto Spina.

Curata sempre da Andrea Romoli Barberini, dopo il successo riscosso in Umbria (Palazzo Ducale /Gubbio; Galleria Il Gianicolo/Perugia), Lazio (Galleria della Tartaruga/Roma), Marche (Galleria Genus/San Benedetto del Tronto) ed Emilia Romagna (Galleria Bonioni Arte Contemporanea/Reggio Emilia), il progetto SeiSud approda ora in Calabria al PDAC, prima di concludere la sua programmazione nella prestigiosa sede della Galleria Nazionale di Cosenza (Palazzo Arnone).

 

<<Un po’ domanda, un po’ affermazione, è specchio bifronte che riflette e “rapisce” il sé e l’altro da sé; sintesi estrema di una situazione dell’arte che esce allo scoperto per rivendicare, nella piena consapevolezza del proprio fare, senza proclami e senza polemiche, un ruolo e uno spazio nel dibattito artistico in atto […] Non è una sfida, lanciata o raccolta. E’, invece, nel solco delle esperienze glocal, la mano alzata che annuncia una pacata obiezione. SeiSud è l’esito di una ricognizione mutatasi in progetto. Quindi è, anche e certamente, una proposta>>  (A. Romoli Barberini).

L’esposizione è all’insegna del confronto generazionale e dei diversi orientamenti dell’attuale ricerca artistica, con una particolare predilezione per le discipline tradizionali, anticipando le linee d’azione dell’attività del PDAC: presentazione di nuovi talenti, creazione di uno spazio di proposta e confronto oltre che di promozione degli artisti, capace di offrire canali di dialogo e scambio con altre realtà del settore.

 

Ingresso libero.  Tutti i giorni dalle 19 alle 24.