Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Arte, beni culturali, Video

…e per gli scarabattoli di Caterina arriva il crowdfunding

Scritto da on 2 febbraio 2015 – 12:54nessun commento

Arte e Chiesa. Non è un mistero che l’arte si sia in innumerevoli occasioni ispirata alla religione e che la Chiesa raccolga un importante patrimonio artistico, sempre più oggetto delle attenzioni predatorie dei ladri, bisognoso di tutela e conservazione. E in tempi di vacche magre ci si rivolge al crowdfunding, formula enucleata dall’inglese (crowd, folla e funding, finanziamento) per denominare iniziative di micro-finanziamento dal basso.

IMG_1371Pratiche che mobilitano spesso milioni di persone a sostegno dell’arte e del patrimonio architettonico, della ricerca, di reportage giornalistici. Barack Obama ha fondato sul crowdfunding la sua campagna elettorale così come a Napoli con lo stesso metodo si è riusciti a raccogliere 1 milione di euro per ricostruire la Città della Scienza e da qualche mese è partita una campagna a sostegno del restauro della Domus Aurea.

 

Al crowdfunding hanno deciso di ricorrere anche il FAI di Catanzaro, il Circolo Placanica, l’Arcidiocesi di Catanzaro-Squillace, il gruppo dei giovani di Concentrica, capitanati da Stefano Morelli, con l’adesione dell’amministrazione comunale catanzarese e dell’Ordine degli Architetti, per riportare all’originario splendore gli scarabattoli custoditi nella Basilica dell’Immacolata, opera di Caterina De Julianis, famosa ceroplasta del ‘700, le cui opere sono ospitate in musei e collezioni private in tutta Europa.

 

 

Quattro capolavori in cera, pressoché sconosciuti ma di grande valore artistico, di cui avevamo parlato a inizio anno, che dobbiamo a questa artista raffinatissima, capace di realizzare nelle sue scatole delle meraviglie, con sguardo partecipe e un’attenzione maniacale per il dettaglio, magici mondi nei quali la natura rigogliosa partecipa all’emozione e al tripudio per la nascita di un bimbo destinato a grandi cose o assiste con disincanto alle regole inesorabili che presidiano la vita e la morte.

 

Piccoli tesori di rara bellezza, di cui si è occupato anche Vittorio Sgarbi, che ci ricordano lo straordinario potere dell’arte di rileggere miti e archetipi e di tradurre nella e sulla materia valori, come la bellezza, immutabili e senza tempo, ma anche di compiere il miracolo di stringere una collettività attorno al proprio patrimonio, restituendole l’orgoglio della sua appartenenza.

 

I contributi (anche minimi) dei cittadini potranno essere versati sul conto corrente dedicato alla raccolta dall’Ordine degli Architetti del capoluogo regionale, IBAN: IT26X0306704400000000000980 (causale: contributo restauro scarabattoli dell’Immacolata – Catanzaro) e saranno consegnati al Circolo Placanica con l’elenco nominativo dei sostenitori.