Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Arte, beni culturali, Video

…e per gli scarabattoli di Caterina arriva il crowdfunding

Scritto da on 2 febbraio 2015 – 12:54nessun commento

Arte e Chiesa. Non è un mistero che l’arte si sia in innumerevoli occasioni ispirata alla religione e che la Chiesa raccolga un importante patrimonio artistico, sempre più oggetto delle attenzioni predatorie dei ladri, bisognoso di tutela e conservazione. E in tempi di vacche magre ci si rivolge al crowdfunding, formula enucleata dall’inglese (crowd, folla e funding, finanziamento) per denominare iniziative di micro-finanziamento dal basso.

IMG_1371Pratiche che mobilitano spesso milioni di persone a sostegno dell’arte e del patrimonio architettonico, della ricerca, di reportage giornalistici. Barack Obama ha fondato sul crowdfunding la sua campagna elettorale così come a Napoli con lo stesso metodo si è riusciti a raccogliere 1 milione di euro per ricostruire la Città della Scienza e da qualche mese è partita una campagna a sostegno del restauro della Domus Aurea.

 

Al crowdfunding hanno deciso di ricorrere anche il FAI di Catanzaro, il Circolo Placanica, l’Arcidiocesi di Catanzaro-Squillace, il gruppo dei giovani di Concentrica, capitanati da Stefano Morelli, con l’adesione dell’amministrazione comunale catanzarese e dell’Ordine degli Architetti, per riportare all’originario splendore gli scarabattoli custoditi nella Basilica dell’Immacolata, opera di Caterina De Julianis, famosa ceroplasta del ‘700, le cui opere sono ospitate in musei e collezioni private in tutta Europa.

 

 

Quattro capolavori in cera, pressoché sconosciuti ma di grande valore artistico, di cui avevamo parlato a inizio anno, che dobbiamo a questa artista raffinatissima, capace di realizzare nelle sue scatole delle meraviglie, con sguardo partecipe e un’attenzione maniacale per il dettaglio, magici mondi nei quali la natura rigogliosa partecipa all’emozione e al tripudio per la nascita di un bimbo destinato a grandi cose o assiste con disincanto alle regole inesorabili che presidiano la vita e la morte.

 

Piccoli tesori di rara bellezza, di cui si è occupato anche Vittorio Sgarbi, che ci ricordano lo straordinario potere dell’arte di rileggere miti e archetipi e di tradurre nella e sulla materia valori, come la bellezza, immutabili e senza tempo, ma anche di compiere il miracolo di stringere una collettività attorno al proprio patrimonio, restituendole l’orgoglio della sua appartenenza.

 

I contributi (anche minimi) dei cittadini potranno essere versati sul conto corrente dedicato alla raccolta dall’Ordine degli Architetti del capoluogo regionale, IBAN: IT26X0306704400000000000980 (causale: contributo restauro scarabattoli dell’Immacolata – Catanzaro) e saranno consegnati al Circolo Placanica con l’elenco nominativo dei sostenitori.