Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Arte

Restaurato il mosaico dei lottatori di Reggio Calabria, in mostra a Napoli

Scritto da on 27 marzo 2013 – 10:53nessun commento

Due anni di lavoro, un corpo di 250  opere che coprono dieci secoli, provenienti da aree archeologiche, musei, chiese di tutte le regioni italiane. Sono questi i numeri di Restituzioni 2013. Tesori d’arte restaurati, la mostra che sino al 9 luglio 2013 proporrà nelle sedi del Museo di Capodimonte e delle Gallerie di Palazzo Zevallos Stigliano, a Napoli, autentici tesori d’arte sottoposti ad interventi di restauro.

restituzioni2013Il progetto, curato da Intesa S.Paolo sin  dal 1989, si avvale del patrocinio del MIBAC e della curatela scientifica di Carlo Bertelli e Giorgio Bonsanti.

 

Tra le opere di  sicuro richiamo c’è il grande mosaico con scene di lotta del III sec. proveniente da Reggio Calabria, che va ad affiancarsi ad altri autentici capolavori come il sarcofago egizio del figlio di Iside, la testa di Medusa di Antonio Canova, la Stele Borgia, gli affreschi provenienti dalla caserma dei gladiatori di Pompei, la tomba della principessa di Canosa.

 

Dalla Calabria, poi, e precisamente da Tortora (CS) arrivano anche i corredi funerari ed i manufatti in argento del I sec. a.C., che, con gli altri affreschi, sculture, manufatti inclusi nel progetto, testimoniano la ricchezza e la varietà del nostro patrimonio artistico bisognoso di interventi di conservazione, completamente ignoto ai più.

 

Un esempio positivo di partnership tra pubblico e privato, che ha consentito di sottrarre all’oblio finora circa 1.000 opere d’arte e diversi complessi monumentali  in tutta Italia, restituendoli alla collettività.

 

Sul sito www.restituzioni.com è possibile accedere alle singole opere, corredate da schede, approfondimenti ed un ricco apparato iconografico dell’intervento conservativo, oltre che al bellissimo Catalogo edito da Marsilio editori.