Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Arte

Se l’arte è BasiCally… Apre Young at Art 2016, il contest per artisti dalla Calabria e Basilicata

Scritto da on 12 febbraio 2016 – 08:02nessun commento

BasiCally. In inglese è un avverbio che ha il significato di fondamentalmente, essenzialmente e rimanda alla ricerca infinita dell’essenza artistica. Ma BasiCally è anche la fusione tra Basilicata e Calabria, due regioni confinanti accomunate da una grande fecondità creativa e una ricchezza culturale millenaria, capace di tradursi ancora oggi in pratiche artistiche che possono parlare ad ambiti più vasti. BasiCally è il titolo della quinta edizione di Young at Art, il contest dedicato ai giovani talenti  della scena artistica calabrese, e da quest’anno anche lucana.

Nato nel 2012 da un’idea del MACA (Museo Arte Contemporanea Acri) e dell’associazione culturale Oesum Led Icima, YaT è diventato un progetto espositivo itinerante e una vetrina per gli artisti under 35 che ha sconfinato dal perimetro regionale per promuovere azioni di promozione, di Young at art_ndialogo e confronto in contesti di sicuro richiamo come Artissima. Questa edizione si avvale della partnership con ReBAC (Rete Basilicata Arte Contemporanea), una rete formata da realtà lucane che lavorano nella produzione e nella diffusione dell’arte contemporanea.

Nelle edizioni precedenti il contest ha premiato e dato visibilità a giovani talenti che hanno acquisito una loro identità anche sulla scena internazionale come Anna Capolupo, Walter Carnì, Davide Negro, Giuseppe Lo Schiavo, Cristina Comi. Realtà artistiche diverse che condividono una poetica e una visione comune. Per l’appunto basically. Ossia  il grado zero di una realtà liquida e multidimensionale che spetta all’artista decodificare e tradurre creativamente.

C’è tempo fino a domenica 20 marzo 2016 per inviare 5 immagini di opere, o 3 video, corredate dalle relative didascalie – titolo, tecnica, anno e misure –, un breve curriculum artistico e una copia del proprio documento di identità, all’  indirizzo e-mail info@museomaca.it, indicando nell’oggetto “Young at Art 2016”, per poter accedere alla selezione preliminare.

Il concorso, a tema libero, ha un’unica sezione a cui possono concorrere gli artisti impegnati nelle seguenti discipline: pittura, grafica, illustrazione, disegno, street art, scultura e installazione, arte Anna Capolupo, Sant'Eufemia-Nervi, 2014, cm .200x200, tecnica mista su carta intelaiatafotografica, video arte, performance e arte virtuale.

I vincitori potranno partecipare all’allestimento di un’esposizione collettiva itinerante in tre tappe, al MACA (Museo Arte Contemporanea Acri), in Basilicata, e l’ultima a Torino, nel mese di novembre, in concomitanza con la fiera d’arte contemporanea Artissima.

Buon Young at Art 2016 a tutti!