Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Ambiente, Arte

Sila Dono Sovrano

Scritto da on 19 maggio 2011 – 14:41nessun commento

Il libro Sila Dono Sovrano (Poloyana editore), che raccoglie 90 scatti del territorio silano, sara’ presentato dall’Ente Parco Nazionale della Sila al Museo di Roma in Trastevere, sala multimediale, il prossimo 21 maggio 2011, ore 11.

Il soggetto: la biodiversita’ del territorio calabrese che offre scenari che ricordano il Nord Europa o il Canada, ma si collocano al centro del Mediterraneo;

foreste centenarie, vasti pianori, specchi d’acqua, flora rigogliosa e ricca fauna selvatica.

Il volume fotografico e’ stato ideato, finanziato e promosso dall’Ente Parco Nazionale per promuovere la Sila attraverso fotografie, che hanno cercato di cogliere la natura selvaggia in modo non convenzionale, da Antonio Manta, Paolo Pagni, Francesco Granelli, Tony Atheron, Paola Binante, Pietro Vallone.

Si tratta di scatti d’autore che vanno oltre il semplice reportage rappresentano una sorta di compendio della fotografia contemporanea d’arte.

 

Le fotografie, che sono gia’ state oggetto d’esposizione presso la Galleria Nazionale di Palazzo Arnone a Cosenza dal 26 febbraio al 26 aprile, saranno presentate domenica 21 maggio 2011 a Roma alla presenza di Sonia Ferrari, presidente dell’Ente Parco Nazionale della Sila, Giampiero Samurri, presidente Europarc Italia, Fabio De Chirico Soprintendente per i Beni Storici, Artistici e Demoetnoantropologici della Calabria e numerosi esperti e giornalisti.

Il libro e’ stato realizzato con il supporto scientifico di Canson Infinity, Epson Italia,  DGT Tales, con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e tutela del territorio, Ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali, Regione Calabria, nonche’ le Provincie di Catanzaro, Cosenza, Crotone e Federparchi/Europarc. Parco Nazionale della Sila, sarà presentato a Roma sabato 21 maggio presso il Museo di Roma in Trastevere, sala multimediale, alle ore 11.


“Sila Dono Sovrano”, che ha il coordinamento editoriale di Antonio Manta e la cura di Elena Paloscia, presenta una selezione di fotografie realizzate nel corso di un anno da Antonio Manta, Paolo Pagni, Francesco Granelli, Tony Atheron, Paola Binante e Pietro Vallone, prezioso documento delle bellezze, della natura e della cultura in Sila. Il progetto, complesso e articolato, ha dato luogo ad una serie di straordinari scatti che vanno oltre il semplice reportage e rappresentano una sorta di compendio della fotografia contemporanea d’arte. Le immagini dell’antica selva brutia, letture non convenzionali e particolarmente emozionanti, sono state esposte dal 26 febbraio al 26 aprile in una mostra fotografica, dall’omonimo titolo del libro, presso la Galleria Nazionale di Palazzo Arnone, a Cosenza.
Alla presentazione dell’opera interverranno: Sonia Ferrari, presidente dell’Ente Parco Nazionale della Sila; Giampiero Sammuri, presidente Europarc/Italia, Fabio De Chirico, soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria; Silvia Bordini, docente di Storia dell’Arte Contemporanea all’Università La Sapienza di Roma; Mauro Lozzi, giornalista Tg2; Marcello Villari, giornalista Tg5; Paola Binante, fotografa e docente presso l’I.S.I.A. di Urbino; Antonio Manta, curatore del progetto, fotografo e docente presso l’I.S.I.A. (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche) di Urbino; Elena Paloscia, curatrice del volume, storico d’arte e giornalista.
Il Volume, realizzato con il supporto tecnologico di Canson Infinity, Epson Italia e DGTales, ha il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Direzione Regionale Calabria, della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Calabria, della Galleria Nazionale di Cosenza, della Regione Calabria, della Provincia di Cosenza, della Provincia di Catanzaro, della Provincia di Crotone e di Federparchi/ Europarc.