Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Ambiente, Arte, beni culturali

Tra le meraviglie della Calabria Invasioni Digitali 2016

Scritto da on 6 maggio 2016 – 08:24nessun commento

Sull’onda di People + Culture + Sharing = Happiness torna anche quest’anno Invasioni Digitali, il progetto nato nel 2013 che sostiene la diffusione dei luoghi d’arte chiamando il pubblico ad invaderli armati di smartphone, videocamere, tablet, connessione internet, profilo social, e naturalmente curiosità e fantasia, per condividere l’esperienza fatta sui social network.

invasioni digitali 9_7316807832933201441_nArte e digitale. Un’ accoppiata che si sta rivelando vincente per artisti, curatori, musei, luoghi d’arte e cultura. Che hanno trovato sul web non solo una vetrina nella quale presentarsi ma soprattutto un modo per valorizzare progetti e il nostro patrimonio culturale, puntando sulle persone, su chi  vuole vivere musei, siti e spazi artistici full time, 365 giorni l’anno.

Alla chiamata alle armi di Fabrizio Todisco e Marianna Marcucci, ideatori del format, che in questi giorni fa il giro del mondo (in un clic) e sbarca a Berlino,  arriva negli States, a Baltimore, e poi a Rio in Brasile e a Sidney in Australia, ha risposto anche la Calabria con diverse iniziative.

Gli invaders calabresi in questi giorni hanno invaso Tropea, la “Turri Marrana” di Brivadi, Pizzo Calabro, il sito di Palmanocera e del Passo di Barile (San Lorenzo Bellizzi) e san lorenzo bellizzi 4_8474472437711520018_nl’antica centrale idroelettrica Lese (Castelsilano).

Anche  Startup Calabria, quest’anno partner ufficiale di Invasioni, dopo la felice esperienza dello scorso anno, ha promosso un calendario di iniziative nell’Alto Cosentino, che ha già  toccato a San Lorenzo Bellizzi e Francavilla Marittima e che domenica 8 maggio fa tappa al Museo della Liquirizia Amarelli di Rossano.

Insignito del prestigioso Premio Guggenheim,per aver saputo comunicare e trasmettere una filosofia singolare legata all’impresa e alla famiglia’, il Museo, che racconta la storia di una famiglia e di un’azienda che conta tre secoli di storia mescolando tradizione e impianti museo della liquirizia 63_3578281747079522795_nsupertecnologici,  è oggi il più visitato tra i musei d’impresa in Italia dopo quello Ferrari . In compagnia del padrone di casa, Fortunato Amarelli, gli invaders compiranno un viaggio nel tempo, tra memorie familiari, storia del territorio, cultura e sguardo al futuro. Alla fine, in premio il gelato alla liquirizia e le scatoline firmate Amarelli create appositamente per l’occasione in tiratura limitata.

Nei prossimi giorni gli invasori arrivano anche ad Archi (Reggio Calabria),  sul sentiero del Tracciolino (Barritteri di Seminara), all’ EcoMuseo della Memoria di Sambiase di Lamezia Terme, Cosenza, Marzi, nella vecchia Mileto (Vv) (7 maggio) mentre domenica c’è ancora tempo per visitare la Lungro Bizantina e il Centro Storico di Vibo Valentia.

Tutto il calendario e maggiori info su http://www.invasionidigitali.it/calendario-2016/