Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Ambiente, Arte, Musica, Video

Zeus + Mezzosangue = Soul of Supertramp. All’area exComac di Soverato

Scritto da on 2 agosto 2016 – 09:14nessun commento

Lui si chiama Zeus, come il re di quel gruppo di squinternati e pasticcioni che abitavano qualche tempo fà l’Olimpo. Di mestiere però non fà il dio del cielo e del tuono ma il writer. Radici calabresi, noto esponente della scena hip hop romana, Zeus domani (3 agosto) avrà a disposizione gli spazi dell’ area exComac, a per presentare Soul Of A Supertramp, una mostra che sta girando l’Italia, che raccoglie 14 opere

realizzate per ciascuno dei 14 brani che compongono l’ultimo omonimo disco del rapper romano MEZZOzeus 41_3799720061483251793_nSANGUE. Un progetto originale in cui per la prima volta un writer e un rapper  lavorano insieme  per illustrare un intero album. Zeus si esibirà anche in un live painting realizzando 5 pezzi su altrettante pareti di exCOMAC. Ad accompagnare il tutto la selezione dancehall della CZ Allianz Promotion.

Dopo Musica Cicatrene Mixtape il rapper romano con il passamontagna raccoglie in Soul of Supertramp scampoli di storie, di rabbia e dolore, di amore e incomprensione, di luoghi comuni duri a morire. “Il viaggio di uno che si distacca da tutto quello che aveva creduto come fondamentale e granitico“, lo spiega lui. Nel cd c’è anche un brano dedicato a Benoit Lecomte, il primo uomo ad attraversare a nuoto l’Atlantico, una storia di amore per la natura e di responsabilità per la Terra che abitiamo.

L’abbiamo ascoltato, ci è piaciuto, ve lo proponiamo.

La programmazione di exComac continua per tutto il mese.   Fino al 7 agosto sarà presentata anche INTO THE WOOD, mostra a cura dell’associazione ecoplanner, dedicata a esplorare il rapporto dell’arte con l’ambiente. Un  racconto tra arte contemporanea e musica  che trasformerà exCOMAC in una foresta sensoriale, rievocando la sua vocazione originaria di azienda di  commercio di legname. Installazioni, fotografia, illustrazioni, video, soundtrack sono presentati attraverso un allestimento green. Into The Wood ricrea un’atmosfera magica avvalendosi delle illustrazioni colorate e ricche di riferimenti vintage di Mirella Nania, le riflessioni primordiali sulle “radici” di Mariagrazia Pontorno, la visione sull’anima dei “luoghi moderni” evocata dalle opere di Gianfranco Basso; il ciclo naturale, metallico e cinetico, delle installazioni di Silvia Giambrone; la natura intesa come immobile ma “re-attiva”nella fotografia di Giovanni De Angelis, e l’immaginifico Forest sound di Alessio Lottero.

Into The Wood narra un mondo onirico a metà tra il naturale e l’industriale dove uomo e ambiente si Mariagrazia-Pontorno-il cedro dei cieli807x453incontrano, compenetrandosi.

ecoplanner
promuove il green life style attraverso l’ideazione, la progettazione e la realizzazione di eventi ecosostenibili e un programma education focalizzato su arte e architettura. ecoplanner protegge la biodiversità, l’acqua, l’aria e le risorse del suolo riusando, riciclando e minimizzando l’impatto ambientale perché crede in quello che fa e lo fa per un futuro migliore, sano, nel rispetto e nella salvaguardia dell’ambiente e di chi lo vive: è dalla Terra che parte tutto.