Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Calabria Creativa, Innovazione, Territorio

Parte l’Eretico Tour che diffonde i semi della Calabria resiliente

Scritto da on 14 gennaio 2016 – 08:23nessun commento

Abbiamo aperto il 2016 raccontando alcune tra le mille storie di una Calabria bella, viva, pulita e resiliente. Una porzione di questa Calabria ha deciso ora di mettersi in cammino per le strade della regione e di metterci la faccia. Parte  sabato 16 gennaio da Amantea l’Eretico tour lanciato dal blog Ereticamente.it, che porterà sul territorio gli imprenditori eretici, alcuni dei quali protagonisti, negli  anni passati, dei Raduni delle Imprese Eretiche.

Verso un nuovo Rinascimento è il sottotitolo inequivocabile dell’iniziativa, che sta eretico tour amantearaccogliendo consensi crescenti, tanto per chiarire che non si tratta di una passarella nè di una vetrina ma di un progetto partecipato che coinvolge tutti coloro che cominciano a prendere consapevolezza che è arrivato il momento di cambiare marcia e di dare un’accelerazione al processo di rinnovamento della  regione.

Il tour, come sottolinea Massimiliano Capalbo, che ha ideato l’iniziativa, vuole essere la scintilla che alimenta i fuochi sotto cenere, che potrebbero davvero accellerare l’avvento di un nuovo Rinascimento per questa regione offesa e martoriata

Le parole d’ordine per gli organizzatori sono creare nuove forme di collaborazione, sfidare le ortodossie, mettere in discussione lo status quo e le false credenze che fino ad oggi hanno condizionato i calabresi ma, soprattutto, come recita il titolo del libro di Capalbo “La terra dei recinti“, convincerli ad uscire dai recinti nei quali fino ad oggi si sono rinchiusi, rinunciando a prendere in mano il proprio destino.

Il tour prende il via da Amantea a partire dalle 9.30 nella sala conferenze dell’Hotel La Tonnara. Insieme a Massimiliano Capalbo, che porterà anche le bugiardini di eva 2269_8054737767681226961_none pratiche di  Orme nel Parco, uno dei pochi parchi esperenziali italiani, ci saranno Stefano Caccavari che, a San Floro, ha ideato l’Orto di famiglia, che affronterà il tema della salvaguardia e della valorizzazione del territorio; Nadia Gambilongo che, con l’Associazione I Giardini di Eva, a Rende, ha dimostrato come si possono valorizzare e rendere fruibili gli spazi urbani facendosi istituzione; Lucia Parise, in rappresentanza di Erbanetta, tra gli organizzatori di Ambientiamoci, iniziativa che nel dicembre scorso ha acceso i riflettori sulla salvaguardia e la valorizzazione della Grotta delle Palhome for creativity 7_4750042727695360970_nazze di Mendicino.

E poi Ivan Arella che, a Cleto, con l’associazione “La Piazza”, organizza senza finanziamenti pubblici il Cleto Festival, diventato ormai un appuntamento di punta nel panorama culturale calabrese; Deborah De Rose che, a Cosenza, ha ideato Interazioni Creative uno spazio pensato per la valorizzazione dei saperi e dei talenti non riconosciuti; Roberta Caruso che, a Montalto Uffugo, ha rivoluzionato il concetto di ospitalità con la sua Home for Creativity basata sulla filosofia della share economy; Rosamaria Limardi che, a Jacurso, unisce ospitalità e tradizioni per contrastare lo spopolamento del borgo attraverso Jacurso da vivere e imparare e, infine, Miriam Pugliese e Domenico Vivino che, a San Floro, hanno recuperato l’antica tradizione dell’allevamento del baco da seta trasformandola in un’attrazione turistica e in un’occasione di sviluppo economico per l’intero comprensorio chiamata Nido di Seta.nido di seta 30_2140210935451420652_n

Dopo la pausa pranzo, porte aperte al dibattito con il pubblico sui temi affrontati nella mattinata, per stimolare la circolazione di idee, proposte e iniziative, collaborazioni e buone pratiche che possono contribuire allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio . Il tour toccherà altri comuni calabresi nei prossimi mesi, secondo un calendario che si sta ampliando di giorno in giorno.

 

Non sappiamo quanto questo viaggio durerà, né dove ci porterà, sappiamo e sentiamo che è necessario compierlo, che è contro tutti i pronostici e gli schemi del nostro tempo, e dunque che si tratta di un’altra eresia che dobbiamo assolutamente realizzare.