Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Cinema, Video

Cinema: esce nelle sale Moebius il film scandalo della Biennale 2013

Scritto da on 27 settembre 2013 – 11:02nessun commento

Esce nelle sale Moebius, il film del regista coreano Kim Ki-Duk, Leone d’oro 2012, che ha diviso critica e pubblico all’ultima Mostra del cinema di Venezia, ed approda domenica 29 settembre 2013,ore 21.15, nel cartellone di Falso Movimento a Rovito (Cs).

Ritratto di famiglia in un interno, origine e fine di ogni cosa, luogo di supplizio e auto-punizione, di colpe mai espiate.

Un film dalle immagini dure e sconvolgenti, al limite dell’insopportabile, ma potenti nel narrare un rapporto a tre -padre, madre, figlio- che implode drammaticamente, portando a galla l’inseparabilità di ogni elemento dell’esistenza.

E come vuole la teoria del grande matematico tedesco, cui si richiama il titolo del fim, ciò che è trino diventa duplice per arrivare ad un’unica linea finale. Ed il nastro continua a riavvolgersi….

Che cos’è la famiglia?
Che cosa sono i desideri?
Che cosa sono gli organi genitali?
La famiglia, i desideri e gli organi genitali sono un tutt’uno fin dall’inizio.
Io sono il padre, la madre è me e la madre è il padre. In origine nasciamo nel desiderio e ci riproduciamo nel desiderio. Quindi siamo collegati in un tutt’uno come il nastro di Moebius e io finisco per invidiare, odiare e amare me stesso.

(Kim Ki-duk)