Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Cinema

Cinema in Calabria: al Cineforum di Rovito si proietta Rabbit Hole

Scritto da on 3 maggio 2011 – 16:14nessun commento

Falso Movimento  presenta al Teatro comunale di Rovito martedì 3 maggio ore 21.00 Rabbit Hole di John Cameron Mitchell, con Nicole Kidman e Aaron Eckhart.

Rabbit Hole (La tana del coniglio), ovvero come la vita di una tranquilla famiglia del Queens possa essere devastata dalla morte dell’unico figlio, un bambino di 4 anni travolto da un pirata della strada.

Il film esplora i meccanismi di (mancata)elaborazione di un lutto di un padre ed una madre (una brava Nicole Kidman, la cui interpretazione le è valso un Oscar)  che sviluppano un meccanismo opposto di rimozione.  

Il dolore irrigidisce in una sterile coazione a ripetere la quotidianità della coppia che continua a vivere tra cene, palestra, cura del giardino e della cucina, tesi entrambi  alla sistematica eliminazione di tracce e ricordi e ad un progressivo quanto  inesorabile allontanamento.

In questo limbo che sembra impossibile superare, Howie comincia a legare con una donna conosciuta durante una seduta di terapia di gruppo, mentre Becca decide di aprirsi con il giovane adolescente che era alla guida della macchina quel giorno fatale.

La “tana” della famiglia Corbett diviene così un doppio luogo perfettamente coerente con i trasgressivi universi carrolliani del regista newyorkese: da una parte mondo alternativo alla falsa ipocrisia e alla finzione programmatica dei meccanismi hollywoodiani; dall’altro, via di fuga per desideri ed espressioni distanti dal moralismo benpensante. Privilegiando per la prima volta l’eleganza formale alla trasgressione colorata e colorita, Mitchell affronta il tema del lutto con uno stile sapientemente in bilico fra rispettosa discrezione ed empia franchezza.

I due attori protagonisti non sempre riescono efficacemente nel compito di allontanarsi da facili enfatizzazioni e sentimentalismi ma Mitchell  con la sua macchina da presa da cinéma-vérité  ce la mette tutta a mettere al servizio della storia la sensibilità e lo sguardo attento e raffinato che lo caratterizzano.

Il trailer del film: http://youtu.be/0Zu-P13rxPU