Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Cinema

Good Bye Roma documentario del giovane regista calabrese Gaetano Crivaro vince il Bastimento film festival

Scritto da on 3 ottobre 2011 – 11:28nessun commento

Il Bastimento film festival sulla musica delle culture migranti e’ un concorso cinematografico promosso dall’Associazione Culturale La Barberia, in collaborazione con l’Area Cultura del Comune di Bologna. L’edizione 2011 del festival ha premiato come miglior documentario Good Bye Roma del regista calabrese Gaetano Crivaro che ha realizzato la pellicola insieme a Margherita Pisano.

Il promettente regista aveva gia’ realizzato nel 2009 un documentario premiato al Festival DocumentaMadrid nel 2010, I Love Benidorm, incentrato sulla speculazione edilizia in Spagna sulla costa Blanca. 

Good bye Roma, realizzato nel 2011, gia’ presentato in vari festival in Italia ed Europa, sara’ pure proiettato in Nuova Caledonia il prossimo 20 ottobre, raconta in modo semplice, ma avvincente le vicende di un edificio di via del Porto Fluviale 12 a Roma (zona ostiense).

 Lo stabile abbandonato da anni e in forte degrado, chiuso, protetto e minacciato da un alto muro spinato, ricoperto da tanta polvere, era un magazzino militare, di proprieta’ pubblica, uno di quei tanti scheletri che come funghi spuntano nel panorama cittadino.

La pellicola narra dell’evoluzione di questo stabile che oggi, grazie al lavoro della comunita’ multietnica delle persone che vi convivono pacificamente e’ diventato qualcos’altro.

Dal 6 giugno 2003, infatti, circa 100 famiglie provenienti da tre continenti hanno deciso di dargli nuova vita. Con fatica e dedizione, collaborando tra di loro, lo hanno pulito e reso nuovamente abitabile e funzionale.

Molte famiglie vi hanno trovato una tale accoglienza che in 8 anni sono nati circa 40 bambini.

 Cosi la ex caserma è diventata non solo una casa, ma quasi una piccola città, nella grande capitale.

Un esempio di convivenza, di integrazione reale e di modello “alternativo” legato all’economia dello scambio, della reciproca solidarieta’ e non del consumo sfrenato. 

Una realta’ positiva nata sulla base di “buone prassi” e dei valori che dovrebbero tenere insieme la comunita’, eppure vive continuamente minacciata dal pericolo di esproprio da parte del comune.

 INFO: http://la-barberia.blogspot.com/p/bastimento-film-festival.html

goodbuyroma.wordpress.com