Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Cinema

Il cinema sul cinema di Frammartino in una installazione all’Unical

Scritto da on 11 aprile 2016 – 08:20nessun commento

Terza tappa della collaborazione tra Michelangelo Frammartino e l’Unical. Che, dopo il workshop su Immagini, cinema e spazio architettonico, dedicato al rapporto tra il cinema, l’architettura e gli spazi dell’Università e, lo scorso anno,  la fortunata installazione ispirata a Pier Paolo Pasolini,  intitolata appunto P.P.P., ci riprovano con Risvegli,

installazione che si muove tra immagini di archivio e pratiche di rimontaggio,  realizzata insieme agli studenti dell’Unical, che resterà esposta negli spazi del Piccolo Teatro dall‘ 11 al 15 aprile.

Backstage Laboratorio Michelangelo Frammartino Foto Gianfranco DonadioIl progetto, curato dal pluripremiato regista di origine calabrese, autore di film come  Il dono, presentato nel 2003 in anteprima al Festival Internazionale del Cinema di Locarno, miglior film al Grand Prix d’Annecy, e Le quattro volte, presentato al Festival di Cannes, vincitore di un Nastro d’argento e di ben tre David di Donatello,  è stato realizzato con la partecipazione di Marco Pucci, di Pietro Carbone e Pietro Scarcello (che hanno curato l’allestimento scenico) e del supporto organizzativo di Maria Furfaro.

Frammartino ha lavorato con Chiara Argirò, Federica Bruni, Tufan Civici, Marco Colacino, Giovanna Corigliano, Caterina Cozza, Michele D’Ippolito, Anthony De Rosa, Chiara Falcone, Jessica Gallo, Davide Ioele, Giovanni Enrico Iusi, Valentina Logiudice, Isabella Mari, Gianbattista Picerno, Manuél Rizzuto, Angela Russo, Danilo Russo, Caterina Scaccia, Davide Tavernise, tutti studenti dell’Unical, all’interno di un Laboratorio didattico promosso dal Centro Arti Musica e Spettacolo, dal Dipartimento di Studi Umanistici e dal DAMS.

Non siamo dalle parti di Oliver Sacks (Risvegli è uno dei suoi libri più famosi) ma piuttosto qui è il cinema che parla di cinema riflettendo su se stesso.

 

Obiettivo del laboratorio è integrare la  didattica con numerose attività di carattere sperimentaleIl laboratorio di Michelangelo Frammartino con gli studenti e laboratoriale. La prestigiosa collaborazione tra l’Ateneo calabrese e Frammartino punta a uno degli ambiti di ricerca privilegiato dal regista, quello  delle video installazioni. Nel corso degli anni Frammartino ha alternato il lavoro cinematografico a quello più specificatamente orientato alle arti visive e alla realizzazione di alcune installazioni interattive, come quelle proiettate al Palazzo delle Esposizioni di Milano e, da ultimo, anche al MOMA di New York (Alberi).