Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Cinema, Musica

Jazz e Cinema al Politema di Catanzaro nella Rassegna La grande musica per il cinema

Scritto da on 21 ottobre 2010 – 03:18nessun commento

Danilo Rea, Rita Marcotulli, Dado Moroni e Stefano Bollani a Catanzaro.

Il Teatro Politeama di Catanzaro ospita nel programma della rassegna La grande musica per il cinema quattro talenti indiscussi del jazz di casa nostra come Danilo Rea, Rita Marcotulli, Dado Moroni e Stefano Bollani.

Sabato 30 ottobre (dopo il rinvio ad altra data del concerto di Dado Moroni) grande spettacolo per Danilo Rea e Rita Marcotulli, in duo per l’occasione, chiamati a cimentarsi con la sonorizzazione dal vivo di Metropolis, il capolavoro di Fritz Lang, film-culto che ha ispirato massicciamente tutto  il cinema del XX secolo.

Film politico e visionario, intriso da numerosi simbolismi, Metropolis è essenzialmente un capolavoro dell’arte visuale, grazie alla formazione artistica e da architetto  del regista ed all’uso di tecniche di ripresa per l’epoca stupefacenti,  tanto da essere definito da Luis Bunuel “il più bel libro d’immagini mai visto”.

In un’intervista ai Cahiers du Cinéma, diversi anni dopo, Lang ricordò come il film fosse nato dalla visione dei grattacieli di New York, durante un viaggio negli Stati Uniti.  “Vidi New York come il crogiolo di forze umane multiple e confuse, tese in un’ansia perpetua nel loro desiderio inestinguibile di sfruttarsi a vicenda. Passai la giornata intera a camminare per le strade. I palazzi sembravano un immenso velo verticale, leggero e scintillante, una lussuosa tela di fondo sospesa al cielo scuro per stupire, distrarre, ipnotizzare.

La notte, la città non si limitava a vivere: viveva, come vivono le illusioni. Sapevo di dover fare un film di queste mie impressioni. Di ritorno a Berlino in piena crisi, Thea von Harbou iniziò la stesura della sceneggiatura. Immaginammo insieme una classe sociale privilegiata la sua vita di ozio in una grande città grazie al lavoro sotterraneo di migliaia di uomini sul punto di rivoltarsi, guidata da una figlia del popolo. Per domare la rivolta, il signore della città chiede agli scienziati di creare un robot ad immagine della ragazza. Ma il robot, Maria, si ribella ai propri creatori, incita i lavoratori a distruggere la Macchina che è al cuore della metropoli, che la controlla e la fa vivere”.

Metropolis, sconfessato nel corso del tempo dal regista che lo riteneva troppo moralista, è stato rimasterizzato e rimusicato più volte, tra gli altri da Giorgio Moroder .

La versione di Danilo Rea e Rita Marcotulli spicca per potenza evocativa e una forza emotiva  che tuttavia non prevaricano mai le immagini, innestandosi perfettamente nella cadenza della narrazione.

I due pianisti, con un magnifico interplay, sono riusciti a tessere con raro rigore una magnifica tela sonora, capace di andare oltre le immagini , utilizzando in circa due ore le sonorità tipiche della musica tedesca degli anni ‘30, musica popolare, tango, offrendo uno splendido omaggio al cinema di Lang.

Prossimo appuntamento mercoledì 3 novembre 2010 con un talento istrionico ed eccentrico come Stefano Bollani.  Pianista dotato di tecnica poderosa e di altrettanta vigorosa curiosità che lo ha portato a percorrere i territori musicali più diversi, dal classico al pop rock alla musica scandinava, passando per le avanguardie ed i ritmi carioca, collocato stabilmente dalla critica nel gotha internazionale dei musicisti jazz, Bollani è sicuramente uno degli artisti più noti ed amati dal pubblico in tutto il mondo.

Non  nuovo alle frequentazioni di stampo cinematografico (da cui è scaturito anche un album come La dolce vita, con Giovanni Tommaso, Enrico Rava, Roberto Gatto), l’artista milanese propone a Catanzaro un progetto esclusivo che avrà come protagonisti i grandi compositori americani.

Per  info su biglietti e abbonamenti http://www.lagrandemusicaperilcinema.it/abbonamenti%20e%20biglietti.aspx