Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Cinema

L’ultimo viaggio di Tiziano Terzani

Scritto da on 4 ottobre 2011 – 07:53nessun commento

Martedì 4 ottobre ore 21.00 a Rovito (Cs)  Falso Movimento presenta La fine è il mio inizio, un film di Jo Baier , tratto dal libro omonimo di Tiziano Terzani.

Pochi mesi prima di morire Tiziano Terzani rientra in Italia dalle montagne dell’Himalaya, dove si era ritirato per affrontare il cancro, per trascorrere gli ultimi momenti di vita ad Orsigna, nell’appennino tosco-emiliano, insieme alla moglie Angela ed al figlio Folco.

Ed a Folco Terzani racconta la sua vita, dall’infanzia fiorentina poverissima agli incontri della prima giovinezza, che gli consentirono di terminare gli studi, a quell’ impulso incontenibile ad esplorare il mondo che lo condussero in tutti i continenti  alla ricerca dei fatti, piccoli e grandi di cui è fatta la Storia, e dei suoi protagonisti.

Una vita nomade, condotta con coraggio ma anche con rabbia ed a costo di sacrificare moglie  e figli alle esigenze ed alle passioni di un uomo in fondo ‘ingombrante’.

Terzani,  firma di punta di Der Spiegel  ed in Italia, del Corriere della Sera,  Repubblica, L’Espresso, profondo conoscitore della realtà asiatica, guarda alla esistenza con sguardo lucido e disincantato, ironico e profondo, confermandosi uno degli intellettuali di riferimento del XX secolo.

Il film racconta l’ultimo viaggio dello scrittore, un viaggio interiore analogo a quello compiuto ogni giorno da altri uomini per raccogliere un’eredità che appartiene a tutti, quella della nostra esistenza e della nostra morte.

Un film di silenzi e sguardi che molto deve alla magistrale prova di attore di Bruno Ganz, nei panni dello scrittore, sostenuto dalla presenza sempre sensibile ed attenta di Elio Germano, che interpreta Folco.

Il trailer: