Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Cinema, Video

L’epopea Napoleonica alla Casa del Cinema di Catanzaro

Scritto da on 13 maggio 2013 – 09:24nessun commento

Dopo il primo episodio dedicato ai moti del ’70 a Reggio Calabria, continua il percorso cinematografico dedicato alla storia della Calabria alla Casa del cinema di Catanzaro, all’interno di Opera a Sud/ Mezzogiorno tra cinema antropologico e documentario etnografico, con una rassegna dedicata all’epopea napoleonica, che si terrà dal 14 al 17 maggio 2013.

napoleoneFu vera Gloria? L’epopea napoleonica tra Calabria e cinema è il suggestivo titolo di questa iniziativa culturale, organizzata dalla Cineteca della Calabria e dall’associazione Calabria in Armi con il patrocino dell’Assessorato alla cultura del Comune di Catanzaro.

La manifestazione sarà inaugurata martedì 14 maggio alle ore 18,00 con una tavola rotonda alla qual parteciperanno i rappresentanti delle  due associazioni organizzatrici, Mario Saccà ed Eugenio Attanasio, l’architetto Walter Fratto, autore di un corto di 15 min., Una storia dell’acqua: gli effetti del la rivoluzione francese a Catanzaro, che verrà proiettato nel corso dell’incontro, e lo storico Angelo di Lieto che si soffermerà in particolare sulla figura di Gioacchino Murat.

Ed è proprio a Murat che è dedicato il primo film della rassegna, Fuoco su di me, girato da Lamberto Lambertini nel 2006, interpretato da Omar Shariff, ritratto di un sovrano capace di infiammare il popolo e di condurlo verso la realizzazione del sogno (prematuro) di un’ Italia unita con Napoli capitale. Le vicende murattiane procedono in parallelo  alla storia del nobile Eugenio che, dopo anni di lontananza in Francia, torna a casa, a Napoli, a causa di una ferita riportata in battaglia, dal nonno il Principe Nicola.

Seguiranno i successivi 15, 16 e 17 maggio alle h. 10 le proiezioni riservate alle scuole di tre film straordinati, che si propongono di raccontare altri importanti passaggi della storia napoleonica: Waterloo di Sergiei Bondarciuck, in cui viene ricostruita, con dispiego di uomini e costumi la piu’ famosa e meno gloriosa delle battaglie della Grande Armèè; I duellanti, film cult e capolavoro di Ridley Scott, tratto da   un racconto di Joseph Conrad, che narra attraverso  l’eterno duello tra i due protagonisti l’ascesa e la fine di Napoleone; Il resto di niente, di Antonietta de Lillo  sulla Repubblica Partenopea del 1799 che ebbe come protagonista la nobildonna Eleonora Pimentel de Fonseca.