Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Cinema, Metafore della visione 2011, Musica, Primo Piano

Metafore della visione 5. Peter Whitehead ed il rockumentary dal 1960 al 2010

Scritto da on 6 giugno 2011 – 16:28nessun commento

Entra nel vivo Metafore della visione, la rassegna voluta dal Comune di Catanzaro ed Etnovisioni  all’interno del progetto Giovani Energie in Comune, promosso dal Dipartimento della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’ANCI, dedicata al regista inglese Peter Whitehead ed al docu-film musicale dagli anni ’60 ad oggi, che si tiene presso il Supercinema di Catanzaro.

Dopo la proiezione di The Fall e Pop Films, che rappresentano le punte di diamante della ricca produzione del prolifico regista inglese, e dei celebri The Velvet Underground & Nico , di Andy Warhol, One plus One. Sympathy for the Devil , di Jean-Luc Godard, Popdown di Fred Marshall, martedì 7 e mercoledì 8 giugno sarà la volta di una vera e propria chicca come Stop Making Sense, dal titolo di un brano che David Byrne e i Talking Heads eseguirono nel concerto del dicembre 1983 al Pantages Theatre di Hollywood, che  Jonathan Demme riprese in questo docu-film (martedì 7, h.18.00) ed   ancora di Peter Whitehead con un omaggio ai Led Zeppelin in  LED ZEPPELIN: Live at Royal Albert Hall (martedì 7, h. 21.30).

Il film è la cronaca del primo concerto dei Led Zeppelin in Inghilterra, tenutosi alla Royal Albert Hall, nel gennaio del 1970, dopo il rientro dai fasti americani. Girato con due cineprese, davanti e dietro il palco, il film carpisce gesti e movimenti rendendo in maniera straordinari gli assolo di Bonham alla batteria e la chitarra bianca di Jimmy Page, che risplende nel buio del palco.

 

Mercoledì 8 giugno la serata è integralmente dedicata a D.A. Pennebaker, il regista statunitense diventato un’icona della storia del rock,  con una testimonianza del suo genio, che ha saputo influenzare tutto il cinema del settore.

Si parte alle 18 con i film che l’hanno reso celebre, Jimi Plays Monterey (USA, 1968-1986) e Shake! Otis at Monterey (USA, 1968-1986), dedicati a due stelle del firmamento rock e soul come Jimi Hendrix e Otis Redding nel celebre concerto di Monterey, dove, giunti da sconosciuti, vennero consacrati a leggende della musica.

Si prosegue alle h.21.30 con quello che è, a ragione, considerato, il più grande successo di Pennebaker, Ziggy Stardust & The Spider from Mars, testimonianza dello storico concerto di David Bowie nei panni dell’efebica figura di Ziggy Stardust. Un omaggio allo straordinario talento del Bowie musicista ed  agli eccessi ed alle passioni dell’uomo.