Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Cinema, Musica, Video

Musica contro le mafie #3. Il documentario

Scritto da on 28 gennaio 2014 – 11:55nessun commento

Non rivoluzioni se non ti rivoluzioni. Lo dice il rapper Kiave in L’Alternativa, terza tappa del progetto Musica contro le mafie, al quale partecipano decine di musicisti italiani, che verrà presentato in anteprima nazionale mercoledi 29 gennaio 2014, h. 9.30, all’Auditorium Guarasci di Cosenza, prima di una lunga serie di tappe in tutta Italia.

Girato da Claudio Metallo, prodotto da MkRecords sotto l’egida di Libera, la collaborazione di Provincia di Cosenza, Medimex – Puglia Sounds, Libellula ed Arci, il documentario è un viaggio da Nord a Sud per raccogliere storie e testimonianze di artisti, testimoni di giustizia, giornalisti, da don Luigi Ciotti a Fiorella Mannoia, da Simoni Cristicchi a Giovanni Tizian, da Gennaro de Rosa (ideatore del video) a Rocco Mangiardi e a molti altri ancora.

kiave1fiorellamannoiabandabardò

 

Filo conduttore è la musica, che attraversa spazio, tempo, generi per aiutarci a osservare la nostra realtà con occhio e orecchie attente, a preservare la memoria ed a tramandarla, a dire e forte e chiaro il nostro No contro la violenza, l’arroganza e la barbarie dei clan, che non esitano ad uccidere un bambino di 3 anni colpevole solo di essere nel posto e nel momento sbagliato.

Con Claudio Metallo abbiamo lavorato mesi per selezionare e condensare tutto in meno di un’ora; non è semplice mantenere l’equilibrio tra tutte le molteplici voci, quando il filo narrativo devi costruirlo con quelle stesse testimonianze – racconta Gennaro de Rosa- . Il documentario è lo spaccato di un viaggio, di un percorso: una moltitudine di voci, di luoghi e di contesti. Il dire e il fare che si incontrano continuando a contribuire e dare sostegno a Libera.

…..non ho mai pensato di fermami alla denuncia dei problemi e delle criticità – prosegue Claudio Metallo, regista del documentario -. Con ‘Musica contro le mafie’ abbiamo voluto sottolineare che c’è sempre un’alternativa.

Un’alternativa che finora ha prodotto un contest che dal 2010 premia gli artisti emergenti che si battono con le proprie armi –la musica- per la diffusione della cultura della legalità; un libro e un cd edito da Rubbettino; un documentario, l’Alternativa, ma soprattutto una rete di artisti, scrittori, cittadini che giorno dopo giorno testimoniano che un’alternativa c’è. Sempre.