Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Cinema, Metafore della visione 2011, Musica, Primo Piano

Metafore della visione V edizione a Catanzaro

Scritto da on 16 maggio 2011 – 17:25nessun commento

Si inaugura martedì 24 maggio 2011, ore 18.00, al Supercinema di Catanzaro, con prosecuzione sino al 21 giugno la V edizione di Metafore della visione, appuntamento ormai consolidato con il cinema d’arte, curato da Andrea La Porta e Dacia Palmerino, dedicato quest’anno al rockumentary ed ai suoi profeti, Peter Whitehead in testa.

La rassegna Swinging Cinema. Peter Whitehead e il rockumentary (1960-2010), promossa da EtnoVisioni S.N.C.,  in collaborazione con Contemporary Films Ltd (Londra), Microcinema (Perugia),  Museo del rock (Catanzaro), gli Assessorati alla Cultura ed alla Pubblica Istruzione del Comune di Catanzaro e l’ Anci, vuole indagare un genere poco noto al grande pubblico come il rockumentary.

Un genere nato nel 1967 con Don’t Look Back, ritratto di un Bob Dylan agli esordi, grazie a registi come D. A. Pennebaker che, con la sua “camera invisibile” ha ridefinito le regole del docu-film musicale, inteso non più come semplice documentazione dell’evento o sguardo sulla vita delle star ma – soprattutto- come finestra su un’epoca e sul rock che fu rivoluzionario strumento di analisi sociale e termometro dei cambiamenti in corso.

In programma alcune tra le figure di maggiore spicco nell’ambito del rockumentary, prima fra tutte quella del grande cineasta indipendente anglosassone Peter Whitehead, di cui si proporrà una retrospettiva che comprende tutti i rockumentary da lui firmati ma anche alcuni dei suoi memorabili documentari scientifici e politici, compreso l’ultimo, Terrorism Considered  as One of the Fine Arts, che sarà proiettato in prima nazionale assoluta.

Whitehead, nato a Liverpool nel 1937, è, assieme a D. A. Pennebaker, il più importante regista di rockumentary vivente. Noto per aver seguito negli anni ‘60 la controcultura angloamericana, le rivolte studentesche, la Swinging London,  Whitehead ha documentato molti dei gruppi che hanno fatto la storia del rock, dai Rolling Stones ai Led Zeppelin, Pink Floyd, Beach Boys, Jimi Hendrix, la stessa Nico, e tanti altri ancora.

Inventore del videoclip, ma anche romanziere, pittore, studioso di fisica e cristallografia,  allevatore di falchi, Whitehead porta scritta nella sua storia l’inesauribile curiosità che ancora oggi lo guida.

La rassegna, proporrà anche una selezione di  straordinari rockumentary realizzati tra gli anni Sessanta ed il 2010 da grandi cineasti come D. A. Pennebaker, Fred Marshall, Jean-Luc Godard, Jonathan Caouette, Jonathan Demme, Ronald Nameth, Andy Warhol, Grant Gee, Julien Temple, Stephen Kijak, e l’italiano Pierpaolo De Iulis.

Proiezioni: martedì e mercoledì ore 18.00 e ore 21.30

Per info

Ufficio stampa Linkingcalabria

cell. 339.3836064

www.linkingcalabria.it