Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Cinema, Video

Storie di emigrazione in Almanya, al cinema a Rovito

Scritto da on 3 aprile 2012 – 10:11nessun commento

Martedì 3 aprile 2012, ore 21, Falso Movimento propone al Teatro Comunale di Rovito  ancora un film turco, Almanya,La mia famiglia va in Germania, una deliziosa commedia di Yasemin Samedereli, applauditissima all’ultima Berlinale.

Storia della diaspora turca in terra alemanna, la comunità più numerosa in Germania, filtrata attraverso le vicende di Huseyin e della sua famiglia.

Il viaggio nella terra natale, l’Anatolia, diventa il pretesto per ripercorrere, attraverso una serie di flashback,

il passato di Huseyin, le difficoltà dell’ integrazione (rappresentata dall’albero di natale sbilenco allestito dalla madre per i figli), la miseria, l’acquisito benessere economico e l’agognato inserimento nella società tedesca con il riconoscimento della nazionalità.

Un on the road  per tornare alle radici e svelare una realtà che non è quella che parrebbe. Perché la nipote, Canan attende un figlio da un ragazzo inglese ma non ha il coraggio di parlarne, nel timore di violare le tradizioni familiari, e lo zio Muhamed forse non è figlio di Huseyin.

Una commedia agrodolce in cui si ride e –alla fine- si piange ma sopratutto un generoso e partecipe omaggio ai milioni di turchi emigrati in Germania, che hanno contribuito alla rinascita tedesca, vista attraverso gli occhi di un bambino e di una giovane donna, la nuova generazione nata e vissuta tra due culture ma con una precisa identità, che forse più di altri è in grado di traghettarci verso il futuro.