Primo Piano »

Tributo a Rino Gaetano a Roccella Jazz 2017

14 agosto 2017 – 13:08 |

Gianna Gianna Gianna prometteva pareti e fiumi…  canticchia una pulcetta dai capelli arruffati, maglietta e shorts rigorosamente scoordinati. Me lo trovo davanti tra gli scaffali del supermercato, avrà 3 o 4 anni ma la tonalità è azzeccata. Sai di chi …

Leggi tutto »
Home » Cinema

Torna il Magna Grecia Film Festival, nel nome di Ettore Scola

Scritto da on 21 luglio 2016 – 08:28nessun commento

Chi non ricorda il lunghissimo piano sequenza di Una giornata particolare? E il volto di Vittorio Gassman che attraversa un secolo di storia italiana ne La famiglia? E il degrado urticante, morale e materiale, di Brutti, sporchi e cattivi? Sono le pellicole più famose al grande pubblico di Ettore Scola, uno dei più grandi registi italiani contemporanei, che ci ha lasciato all’inizio dell’anno, al quale è dedicata la 13ma edizione del Magna Grecia Film Festival.

Che questa volta cambia location per trasferirsi dal 23 al 31 luglio nella rinnovata area ettore-scola-m2del Porto di Catanzaro, dove il pubblico potrà assistere alle proiezioni e agli eventi in programma. In compagnia di due ospiti d’eccezione: Matt Dillon e Matthew Modine. Il primo lo ricorderete in Rusty il Selvaggio e ne I ragazzi della 56 Strada, del maestro Coppola, e in In &Out e Crash Contatto fisico, che ne hanno fatto l’idolo di una intera generazione. Il secondo arriva direttamente da Los Angeles, dalla première della nuova serie di Netflix che si preannuncia già un successo, ma lo ricordiamo in film come Streamers di Robert Altman o Birdy Le ali della libertà di Alan Parker, Full Metal Jacket di Kubrick, gemme di un blasonato curriculum che vanta collaborazioni, tra i tanti, con Abel Ferrara, Oliver Stone, Alan Pakula, Jonathan Demme.

La Calabria sarà rappresentata dal neonato Premio dedicato a Giuseppe Petitto, il mastroianni lorengiovane regista catanzarese tragicamente scomparso la scorsa estate in un incidente stradale, ma anche dai live di Eman, Antonio Pascuzzo, Killacat e Santino Cardamone.

Veniamo ora  ai film in concorso tra i quali ricordiamo La macchinazione, il tributo di David Grieco a Pier Paolo Pasolini con un inedito Massimo Ranieri; La terra dei santi, storia di ‘ndrangheta tutta al femminile, esordio alla regia di Fernando Muraca, con Valeria Solarino; Antonia, che Ferdinando Cito Filomarino ha dedicato alla poetessa Antonia Pozzi, una delle voci più alte e importanti della poesia italiana. Giorgia Cecere dirige Isabella Ragonese in In un posto bellissimo, tra le ipocrisie e la placidità soffocante della provincia italica, nella quale è ambientato anche Un posto sicuro, storia di industrie e di scarsa sicurezza, di ghiaccio e nebbie dietro le quali si nasconde la micidiale polvere di amianto che trancia la vita degli eravamo_tanto_amati_2operai di una azienda.

Serata finale e grande evento con Ettore Scola, sullo schermo in Ridendo e scherzando, la pellicola firmata dalle figlie Paola e Silvia, che dialoga con un altro regista, Pif, ripercorrendo una vita costellata dalla voglia di comprendere -e tradurre in immagini- la complessità dei nostri tempi, da una filmografia sempre sulle barricate, in cui la critica spietata si stempera in una ironia sorniona e pacata senza per questo perdere tutto il suo mordente.

scola-manfredi-mastroianni-600x404Per lo spazio dedicato alla letteratura, verranno presentati Manuale di sopravvivenza dell’attore non protagonista di Ninni Bruschetta, il Destino del Papa russo di Mauro Mazza, Ti ho vista che ridevi del collettivo Lou Palanca e Protagonisti imperfetti,  le storie rock firmate da Antonio Ludovico.
Il Programma completo è sul sito http://www.magnagraeciafilmfestival.it/index.html
(Le immagini sono un omaggio a Ettore Scola e alla sua filmografia)