Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Cultura

A Vibo Valentia ciclo di iniziative culturali all’interno del carcere

Scritto da on 11 novembre 2010 – 03:18nessun commento

Mercoledì 24 novembre 2010, ore 15.30, presso la Casa Circondariale di Vibo Valentia sarà presentato il volume di Antonello Mangano “Gli africani salveranno l’Italia” (Rizzoli,2010).

L’iniziativa, promossa dalla Casa Circondariale in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Vibonese, si svolge all’interno del progetto “Leggere è uguale per tutti”, che prevede la realizzazione di un servizio bibliotecario integrato tra Casa carceraria e territorio e l’attivazione di diverse iniziative legate alla promozione della lettura e della cultura.

L’obiettivo è quello di privilegiare l’ottica della inclusione sociale ed il rispetto dei principi di legalità, crescita culturale e libero accesso agli strumenti di conoscenza, informazione e di comunicazione da parte della popolazione detenuta.

Nel corso della manifestazione verranno affrontati i temi della diffusione della lettura e dell’insegnamento dell’italiano di base alla popolazione carceraria di origine extracomunitaria.

L’insegnamento dell’italiano si svolgerà utilizzando il metodo Penny Wirton, promosso dallo scrittore Eraldo Affinati, che ha maturato una lunga esperienza di insegnamento rivolta ai migranti, avvalendosi di volontari adeguatamente selezionati e formati, i quali dovranno garantire un servizio duraturo di supporto linguistico.

Nel corso dell’incontro sarà anche presentato, alla presenza dell’autore Antonello Mangano, il volume Gli africani salveranno l’Italia, pubblicato a ridosso dei fatti di Rosarno, un libro che tanto ha fatto parlare di sè per le tematiche affrontate, riguardanti l’immigrazione, la devianza, le problematiche poste dalla legge Bossi-Fini, il pacchetto sicurezza, il reato di clandestinità, ecc.

All’incontro partecipano M. Antonio Galati, direttore della Casa Circondariale di Vibo Valentia, Gilberto Floriani, direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese, Antonello Mangano, giornalista e autore del volume, Giuseppe Pugliese, dell’ Osservatorio Migranti di Rosarno, Giacinto Inzillo, avvocato, e Marco Gatto, ricercatore dell’Università Roma Tre e responsabile per il Meridione della Scuola Penny Wirton, fondata da Eraldo Affinati.