Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Arte, Cultura, Musica, Tradizioni

Arriva Cunta e Canta, un Festival e un contest per raccontare il territorio

Scritto da on 17 aprile 2014 – 08:24nessun commento

Loro lo presentano come Festival open source. In realtà  Cunta e Canta è una scommessa. Quella di raccogliere storie inedite, testimonianze di vita reale e del valore dell’abitare, da diffondere e condividere. E’ un progetto realizzato dall’associazione Calabresi Creativi che prevede anche un concorso per blogger e videomaker del territorio di Reggio Calabria che dovranno scrivere un post o realizzare un video, suggerendo cunti, luoghi, storie, entro il 20 aprile 2014. Primo appuntamento a Rosarno (Rc) il prossimo 30 aprile.

 

LOGO!!!Una scommessa sulla voglia di raccontarsi, di tracciare mappe sul presente, il passato e il futuro dell’area reggina, attraverso i luoghi, le canzoni, i proverbi. Una scommessa sugli incroci tra voci, immagini, musica “senza paura delle note stonate”.

 

Che punta al coinvolgimento e al dialogo con associazioni e cittadini perché sia  “il territorio a dirci dove muoverci e cosa mostrare”, come tengono a sottolineare Domenico Rositano e  Josephine Condemi, responsabili del progetto.

 

Un work in progress che vuole coinvolgere l’intera provincia fino ad agosto, a partire dal 30 aprile, quando Cunta e Canta avrà il suo battessimo a Rosarno all’interno de La Notte del Lavoro Narrato, che raccoglierà nelle piazze italiane  persone di tutte le età per raccontare, leggere, ascoltare, cantare storie di lavoro.

 

koao bosco_nInsieme a A di Città, al Comune di Rosarno e alla Mediateca Civica, in piazza Convento dalle 18 si alterneranno cunti  e canti con gli abitanti del territorio: Tony Ascone; Khadim Gayé e la squadra di calcio del Koa Bosco; Angelo Siciliano e il teatro sociale a Cinquefrondi; Domenico Cristofaro; Rosa Morabito; Yaya e Turi; i senegalesi Kassoumaye. Sono previsti degli spazi in cui gli artisti e gli imprenditori potranno esporre le loro opere nonché una postazione proverbi, in collaborazione con Cityteller che permetterà di geolocalizzare tutti i modi di dire di Rosarno e dintorni.

 

Ancora un festival, dunque, che punta sulla possibilità di fare networking 2.0 senza dimenticare la tradizione. Non a caso il logo è una chiave di do allo specchio. Per superare le frammentazioni, cuntando e cantando.

 

Info

www.calabresicreativi.it/progetti/cuntaecanta

press@calabresicreativi.it