Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Cultura

Associazioni, fondazioni e mondo no profit sotto la lente di ingrandimento dell’ISTAT

Scritto da on 17 settembre 2012 – 07:41nessun commento

E’ partito lo scorso 10 settembre il censimento ISTAT del variegato mondo del no profit.

Un mondo articolato, complesso, ancora poco conosciuto, anche in Calabria.  Una realtà sfuggente per via dell’eterogeneità dei soggetti che la compongono e per la mancanza di indagini dettagliate, in grado di fotografare tutte le sfaccettature di questo settore tanto importante per la tenuta economica e lo sviluppo sociale del Paese.

 

Oggi sono sempre più richieste nuove forme di Welfare e molte attività rilevanti sono svolte quasi esclusivamente grazie al lavoro volontario ed a soggetti istituzionali che non si pongono fini di lucro.

 

Lo scopo è di fornire una rappresentazione statistica ufficiale, aggiornata ed affidabile del settore nonprofit in Italia, misurando l’entità del lavoro volontario (secondo le linee guida stabilite dalle Nazioni Unite e dall’International Labour Organisation) ed il contributo che esso fornisce allo sviluppo economico e sociale del Paese.

Ma anche di aiutare la politica e le istituzioni a conoscere l’attuale posizionamento del settore nel quadro delle politiche sociali in Italia, a valorizzare il contributo fornito alla ricchezza del Paese, a misurare il peso economico del lavoro volontario e, infine, ad avviare iniziative di sostegno al settore.

 

Sono 474.765 le istituzioni coinvolte, quasi il doppio rispetto al precedente censimento, in tutte le diverse tipologie e declinazioni: associazioni culturali, sportive e ricreative, cooperative sociali, fondazioni, enti ecclesiastici, organizzazioni di volontariato, organizzazioni non governative, sindacati, istituzioni di studio e ricerca, di formazione, mutualistiche e sanitarie.

 

L’universo del non profit in Italia è rappresentato in  prevalenza da associazioni (79%), cooperative sociali (4%), organizzazioni di volontariato (3,1%), istituzioni di rappresentanza (3%), dislocate tra la Lombardia (14%) il Lazio, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna e Sicilia.

 

Pur assicurando la confrontabilità dei risultati con quelli delle passate edizioni del censimento, la rilevazione introduce novità di contenuto, con l’inserimento di nuovi quesiti sulla struttura organizzativa, le reti di relazioni, l’ambito territoriale di riferimento, le risorse umane, il settore di attività, la tipologia di utenza, gli strumenti di comunicazione e le modalità di raccolta dei fondi.

 

Il questionario intende fotografare la realtà dell’organizzazione al 31 dicembre 2011.

 

Il modulo può essere scaricato dal sito dell’ ISTAT all’indirizzo http://censimentoindustriaeservizi.istat.it/istatcens/compila-il-questionario , compilato e restituito entro il 20 dicembre 2012 on line ovvero via posta o, ancora, consegnato allo sportello istituito presso l’Ufficio Provinciale di Censimento competente per territorio.

 

I risultati saranno diffusi entro la seconda metà del 2013.