Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Arte, Cinema, Cultura, Enogastronomia, Itinerari e Vacanze, turismo

Gli aquiloni danzano nel cielo di Lamezia Terme

Scritto da on 6 giugno 2014 – 11:00nessun commento

Dal 3 all’8 giugno 2014 il cielo di Lamezia Terme fà da scenario al volo degli aquiloni. E’ partito al Parco Peppino Impastato il Festival degli Aquiloni, organizzato da Talìa Impresa Sociale con il patrocinio dell’amministrazione comunale, con il contributo di scuole, associazioni, terzo settore e volontariato, che prevede un programma fittissimo di eventi tra  voli liberi e aquilonismo acrobatico, Laboratori e Workshop per adulti e bambini, Installazioni, Mostre, Fiere,  Mercatini del Vento,  Animazione, Giochi, Truccabimbi, Giocoleria e Clowneria, Reading poetici.

Un’iniziativa destinata ad aquilonisti e appassionati e a tutti coloro che vogliono sperimentare un diverso rapporto con la natura, in totale libertà, nello spirito incarnato dall’aquilone, all’insegna della pace, della creatività, del rispetto dell’ambiente. Il Festival sarà una grande festa popolare che invade le vie di Lamezia e nello stesso tempo un laboratorio creativo ed esperenziale per tutti, anche attraverso l’arte, il cinema, la letteratura.

Nello spirito del divertimento e della più completa libertà espressiva.

 

festival aquiloni 49151_7309638371151985190_n

Nati in Cina 2800 anni fà, dove avevano vari usi, dalla misura delle distanze o della velocità del vento alle segnalazioni nel corso di operazioni militari, descritti anche da Marco Polo, gli aquiloni  si diffusero ben presto anche nella vicina India e solo in tempi più recenti in Europa, dove furono impiegati sin dal 1700 per usi scientifici, di comunicazione e sollevamento umano. Se ne avvalsero Benjamin Franklin per i suoi esperimenti con i fulmini e i fratelli Wright per la costruzione del primo aeroplano.

Una storia che verrà ripercorsa anche nel corso della kermesse lametina che presenta un programma fittissimo.  Per gli amanti dell’arte, l’ Istituto Don Milani ospita la Mostra Aquiloni nei cieli dell’Arte, curata da Teodolinda Cortellaro, mentre per gli appuntamenti al cinema  verranno proiettati il documentario Una scomoda verità (An Inconvenient Truth) di Davis Guggenheim con Al Gore, Billy West, e il film, in lingua originale Il Cacciatore di Aquiloni (The Kite Runner) di Marc Forster con Khalid Abdalla, Homayoun Ershadi, Shaun Toub, Atossa Leoni, Saïd Taghmaoui.

A introdurre i partecipanti alle diverse discipline dell’aquilonismo è  Franco Crocchianti, uno dei più esperti aquilonisti italiani,  fondatore dell’associazione di volo acrobatico TIvolivola, che terrà Laboratori per adulti e bambini.

La manifestazione culmina domenica 8 con una ricca messe di iniziative che si prolungano per tutta la giornata. Si inizia di primo mattino con il volo libero degli aquiloni per proseguire con visite alle mostre e ai mercatini dell’artigianato e del gusto, le letture del Bibliobus di  testi e racconti a sfondo ambientale, il concorso.

Il meglio arriva con l’esibizione di aquiloni a due e quattro cavi e aquiloni da trazione a cura delle scuole di Kite Surf, sport acquatico che usa  il vento come propulsore, presenti sul territorio. Nel corso della giornata si potranno ammirare le installazioni di Giardini nel Vento  e gli artisti di Tivolivola, con Gran Volo finale a chiusura della kermesse.

Buon Festival a tutti!

 

Vuoi che dia la caccia all’aquilone?»
Vidi il piccolo pomo d’Adamo di Sohrab salire e scendere come per deglutire. Il vento gli scompigliava i capelli. Mi parve di vederlo annuire.
«Per te questo e altro» dissi senza rendermene conto. Poi mi voltai e mi misi a correre.
Era solo un sorriso, niente di più. Le cose rimanevano quelle che erano. Solo un sorriso. Una piccola cosa. Una fogliolina in un bosco che trema al battito d’ali di un uccello spaventato.
Ma io l’ho accolto. A braccia aperte. Perché la primavera scioglie la neve fiocco dopo fiocco e forse io ero stato testimone dello sciogliersi del primo fiocco.
Correvo. Ero un uomo adulto che correva con uno sciame di bambini vocianti. Ma non mi importava. Correvo con il vento che mi soffiava in viso e sulle labbra un sorriso ampio come la valle del Panjsher. Correvo.

(Khaled Hosseini, Il cacciatore di aquiloni)

 

Per info sull’evento www.facebook.com/habitatpark – tel. 0968.523920 – cell 348.5660136.