Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Cultura, Musica, Tradizioni

La cultura Rom a Tradizionandu 2014 a Cittanova

Scritto da on 13 agosto 2014 – 17:38nessun commento

A Cittanova (Rc) nella splendida cornice ottocentesca di Piazza San Rocco i prossimi 16, 17 e 18 agosto 2014 torna Tradizionandu etnofest organizzato come sempre dall’associazione musico culturale Lato 2, con la direzione artistica di Gabriele Albanese. Tema di questa edizione è Rom – Sinti, un viaggio di oltre 1000 anni, che intende volgere lo sguardo verso una delle culture più antiche e meno conosciute del continente.

tradizionandusitoweb_1Dalla prima edizione, il festival si propone la valorizzazione  dell’arte in tutte le sue forme sul territorio, proiettata sullo sfondo  delle culture mediterranee in una dimensione globale e del recupero delle tradizioni e delle radici popolari.

 

Dal 2008 la kermesse propone tre giorni di festival

per presentare la cultura moderna come figlia della tradizione magno greca, calabrese, meridionale e mediterranea facendo riaffiorare così le radici locali per inglobarle indissolubilmente nel moderno spirito comunitario mondiale in un perfetto equilibrio tra ciò che è stato, ciò che è e ciò che sarà.

 

Di giorno seminari di lira, tamburello e djambè, di danza popolare calabrese, e salentina ma anche escursioni tra trekking e  mountain bike nello splendido Parco Nazionale d’Aspromonte e  un concorso di fotografia per i fotoamatori. Di sera stand di artigianato locale, di prodotti gastronomici, banchi di cucina calabrese dove degustare ottimi piatti e bibite a prezzi popolari e, soprattutto, i concerti che negli anni hanno visto avvicendarsi sul palco di Cittanova artisti come Cavallaro & Papandrea Taranproject, Rione Junno, Peppe Voltarelli, Mbl, Mario Incudine,Karakolofool, Taranquartet, Zona Briganti, Maneka, Marasà, Nour Eddine Fatty, Luigi Lai, Kalascima, Giuliano Gabriele & Jacaranda, Francesco Loccisano, Badara Seck, Etnosound, Phaleg, Fabio Macagnino, Eugenio Bennato, Modena City Ramblers.  Tutti artisti  delle prime cinque edizioni del festival  sono inseriti in una compilation.

 

In questa VII edizione il compito di inaugurare la rassegna è stato affidato a Mujura e a Tonino Carotone, che abbiamo già visto qualche giorno fa in ottima forma al Calafrika festival a Pianopoli.

antonio castrignanò

Il 17 agosto Tradizionandu ospita Antonio Castrignanò, uno degli artisti più interessanti dell’area salentina, con all’attivo una sfilza di collabozioni eccellenti e di premi per le sue colonne sonore (tra gli altri è autore delle musiche di Nuovomondo di Emanuele Crialese) e i musicisti di Zuralia Orchestra, mix esplosivo tra musica gitana, jazz, latino, etno-folk.

 

 

lollo meier sLa serata finale è conclusa da Lollo Meier (che terrà anche un workshop all’interno della manifestazione), tecnica e stile da vendere sulle orme del grande Django Reinhardt, che si esibisce con il suo quartetto e Rares Morarescu, famoso violinista rumeno, in un progetto che unisce  swing, manouche e floklore gitano.  A Meier seguono i Taranproject che avranno come ospite speciale Mario Venuti.

 

I Concerti sono preceduti da tre incontri, alle ore 19.00, dedicati alle politiche residenziali destinate ai Rom nella Piana (16 agosto), a musica popolare e lotta alle mafie (17) e ai Rom sconosciuti (18 agosto).

 

Tradizionandu etnofest è ormai un punto fermo del turismo culturale made in Calabria,  che ogni anno porta a Cittanova migliaia di persone tra appassionati e curiosi che amano l’arte, la tradizione, la gastronomia e  la musica.

Info su www.tradizionandu.eu