Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Cultura, Libri

Nanni Moretti, Roberto Vecchioni, Luciana Castellina, Ferruccio de Bortoli e Maria Pia Ammirati vincono il Premio Padula

Scritto da on 2 novembre 2011 – 08:00nessun commento

Dal 3 al 5 novembre Acri (Cs) ospita nelle sale del Palazzo Sanserverino-Falcone il Premio Padula, organizzato dalla omonima Fondazione, dedicato alla figura di un intellettuale di primo piano nella lotta antiborbonica,  Vincenzo Padula.

Il Premio per l’interno corso dell’anno coinvolge le scuole, gli studenti ed il corpo docente chiedendo loro di leggere, confrontarsi, scegliere le opere che verranno premiate dalla giuria, composta da Walter Pedullà, Nicola Merola, Raffaele Nigro, Raffaele Perrelli, Giovanni Russo, Santino Salerno.

Un’occasione per avvicinare i giovani alla letteratura, al mondo del giornalismo ma soprattutto alla nostra contemporaneità nel suo volto anche dolente e drammatico, con la pretesa di stimolare apporti critici ed indignazione perché, come spiega Giuseppe Cristofaro, Presidente della Fondazione Padula <<il grido di futuro che viene dai giovani è per tutti motivo di un rinnovato e rigenerato impegno civile e democratico>>.

Protagonisti di questa V edizione sono Nanni Moretti, al centro di un ciclo di due Seminari con gli studenti giovedì 3 e sabato 5 novembre, che si concluderanno con le proiezioni dei film Caro diario e Habemus Papam,  Roberto Vecchioni, che incontra i giovani venerdì 4, Luciana Castellina, premiata per il suo ultimo libro La scoperta del mondo, Ferruccio De Bortoli, Direttore del Corriere della Sera, la scrittrice Maria Pia Ammirati,premiata per il romanza Se tu fossi qui.

Nel corso della tre giorni del Festival verrà presentato anche Il Bruzio, il periodico fondato da Padula nel 1864, vicino alle posizioni di De Sanctis e di Settembrini, che ospitò nella sua breve esistenza quanto di meglio egli produsse nel campo della saggistica meridionalistica, fornendo un contributo di enorme rilievo alla comprensione di fenomeni che rimangono attuali a distanza di oltre un secolo.