Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Cultura

Riflessi del presente. Scuola estiva di alta formazione in filosofia a Roccella Jonica

Scritto da on 19 luglio 2011 – 06:51nessun commento

Si tiene dal 18  al 23 luglio 2011 nella cittadina jonica la seconda edizione di Riflessi del presente – Scuola di Alta Formazione in filosofia di Roccella Jonica, organizzata dall’ Associazione Culturale Scholé – Centro Studi Filosofici, coordinata da Alessandra Mallamo e Angelo Nizza, in collaborazione con l’Istituto italiano per gli studi filosofici di Napoli, il Centro per la filosofia italiana di Roma, l’Istituto d’Istruzione superiore “P. Mazzone” di Roccella Ionica e la casa editrice calabrese “Rubbettino”.

Il progetto intende <<riaprire la discussione filosofica intorno a quei concetti che caratterizzano l’esperienza politica moderna e contemporanea, per riacquisire la consapevolezza del linguaggio con cui il presente coglie se stesso>>, secondo il direttore della scuola, il prof. Giuseppe Cantarano.

Applicare le lenti della ricerca filosofica per indagare la nostra contemporaneità, offrendo uno spazio di riflessione e dialogo con diversi e autorevoli studiosi della disciplina, questo l’obiettivo degli organizzatori.

<<Grazie alla collaborazione di un imponente comitato scientifico, composto da Mario Alcaro, Pietro Barcellona, Remo Bodei, Massimo Cacciari, Giuseppe Cantarano, Umberto Curi, Roberto Esposito, Sergio Givone, Teresa Serra, Aldo Tonini e Gianni Vattimo, sono state individuate delle parole chiave appartenenti alla filosofia e a tutti quei campi del sapere che intervengono nella nostra esperienza, da indagare attraverso la discussione pubblica. Il riferimento ultimo è, infatti, quello dei dialoghi Platonici, in cui Socrate, aggirandosi per le strade di Atene, chiedeva di volta in volta “che cos’è la virtu?” , “che cos’è il coraggio?” >>.

Dal 18 al 23 luglio, appuntamento al Convento dei Minimi e nella sala del Consiglio Comunale di Roccella, per gli incontri e il successivo dibattito, nel pomeriggio, con alcuni dei più importanti maître à penser italiani.

Con Umberto Curi (Università di Padova)  il 18 luglio si parlerà del tema dello “Straniero”,   Salvatore Natoli (Università di Milano) il 20 tratterà di un termine forse datato ma sempre attuale e probabilmente abusato come “Felicità”, Pedro Miguel (Università di Bari) il 21 dissertirà su “Mondo” e Gianni Vattimo (Università di Torino) il 22 sul concetto di “Tecnica”.

Due gli omaggi. Il primo, di Giuseppe Cantarano (Università di Cosenza) a Giorgio Colli, il celebre pensatore al quale la Scuola sarà da quest’anno intitolata; il secondo, di Mario Alcaro, a Tommaso Campanella.

La conclusione dei lavori il 23 luglio (ore 19) è affidata a Mario Alcaro, Pietro Barcellona e Gianni Vattimo che discuteranno su “Il futuro della filosofia nell’epoca contemporanea”  in occasione della pubblicazione di due recenti libri di Giuseppe Cantarano.

La scuola è aperta a tutti coloro che sono interessati ad una riflessione sulle forme politiche e sociali del presente.

L’Associazione Scholé ha erogato 8 borse di studio per studenti universitari, neolaureati e dottorandi in discipline filosofiche, comprensive di vitto e alloggio completi.  

Sul sito www. filosofiaroccella.blogspot.com  è possibile visionare il bando per le borse e per l’iscrizione.

Info: filosofia.roccella@gmail.com

Mob. 3409697191 – 3355225579