Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Cultura, Libri

Storia, cultura e società in Calabria da Tommaso Campanella al primo Ottocento

Scritto da on 5 dicembre 2011 – 06:17nessun commento

Lunedì 5 dicembre 2011, ore 17.30, il Sistema Bibliotecario Vibonese presenta nei nuovi locali del Polo Culturale Santa Chiara il volume di Germana Ernst e Rosa M. Calcaterrra  Virtù ascosta e negletta  (Franco Angeli, 2011),  che raccoglie gli Atti del Convegno Calabria, Italia, Europa svoltosi nel 2009 a Francica e Vibo Valentia.

Il  volume, il cui titolo riprende un verso della canzone Agli Italiani di Tommaso Campanella,  rivolta all’Italia, ma estendibile alla Calabria, in cui il filosofo  era nato ed alla quale si sentì sempre attratto da un legame talora critico e doloroso, ma sempre profondissimo,  raccoglie i contributi di filosofi, storici, studiosi  sul pensiero del filosofo di Stilo  per soffermarsi sulle vicende storiche e culturali che hanno interessato la regione dal periodo  umanistico sino alla prima modernità , attraverso un excursus sull’Accademia Cosentina e la filosofia nuova di Telesio, sull’opera storiografica di Gabriele Barrio e la partecipazione al dibattito sulla nuova scienza, sul ruolo degli ordini religiosi, sulla Calabria vista con gli occhi dei viaggiatori.

La presentazione del volume costituisce l’occasione per un incontro  sul tema La Calabria nella modernità. Storia, cultura e società in Calabria tra Umanesimo e primo Ottocento.

Ne discutono con  Ivano Tuselli, dell’ Associazione Nish,  la filosofa Rosa M. Calcaterra, dell’ Università Roma 3, curatrice dell’opera,  Benedetto Clausi  e Carlo Fanelli, dell’ Università della Calabria, Antonella De Vinci,  autori di alcuni contributi raccolti nel volume.

Germana Ernst insegna Storia della filosofia del Rinascimento all’Università di Roma Tre. Da molti anni studia il pensiero di Tommaso Campanella, al quale ha dedicato numerosi studi e  curato l’edizione di diversi testi campanelliani, fra i quali l’originaria redazione italiana inedita dell’Ateismo trionfato (Pisa, 2004), il Del senso delle cose e della magia (Roma-Bari, 2007) e la recente nuova edizione del corpus integrale delle Lettere (Firenze, 2010). Dal 1995 con Eugenio Canone dirige la rivista Bruniana & Campanelliana .

Rosa M. Calcaterra insegna Filosofia della Conoscenza all’Università Roma Tre. Ha svolto ricerche sulla filosofia pratica moderna e contemporanea, sul rapporto tra scienza ed etica e sulle trasformazioni del concetto di razionalità, con particolare interesse per la filosofia analitica e il pensiero dei pragmatisti classici e contemporanei. Ha curato numerose raccolte di studi internazionali ed è autrice di volumi e saggi tra cui Introduzione al pragmatismo americano (Roma-Bari, 1997); Pragmatismo. I valori dell’esperienza (Roma, 2003); Identità post-cartesiane: tra dissolvimenti, decentramenti e recuperi dell’io (Palermo, 2009). Dirige la rivista European Journal of Pragmatism and American Philosophy.