Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Cultura

Sui banchi universitari si studia la Shoah. Un progetto dell’Università della Calabria

Scritto da on 19 settembre 2012 – 07:16nessun commento

L’Università della Calabria ad Arcavacata di Rende presenta venerdì 19 e sabato 20 ottobre 2012 la quarta edizione del Corso di Storia e didattica della Shoah.

Il Corso fa parte di un progetto della Rete Universitaria per il Giorno della Memoria, realizzato con il patrocinio del Miur e dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, negli Atenei di Trieste, Bologna-Forli’, Teramo, Bari e Arcavacata di Rende e si avvale del contributo, tra gli altri, dell’Ambasciata israeliana, del Museo della Memoria Ferramonti di Tarsia oltre che dell’apporto come docente della scrittrice Nava Semel.

La Rete Universitaria per il Giorno della Memoria, costituitasi nel marzo del 2011, ha avviato qualche mese fa alla Camera dei Deputati i primi tavoli tecnici, centrati su Negazionismo, Museologia della Shoah e Didattica della Shoah.

La Rete si propone infatti di sviluppare e diffondere nelle scuole italiane, attraverso il Giorno della Memoria ed altre iniziative legate alla conoscenza della Shoah, il contrasto ad ogni forma di razzismo e antisemitismo, in vista della costruzione di pratiche di cittadinanza condivisa, della cultura del pluralismo e della tutela dei diritti umani e civili.

Il corso, che nelle precedenti edizioni ha incontrato il favore di centinaia di studenti ed insegnanti, provenienti anche da Basilicata, Campania e Sicilia, si articola in  lezioni teoriche e pratiche, ripartite in due blocchi di quattro ore ciascuno, che si terranno all’ Università della Calabria e nel Museo della Memoria a Ferramonti di Tarsia.

La partecipazione al Corso è gratuita.