Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Enogastronomia, Itinerari e Vacanze

Il vino che verrà: tour nelle vigne della provincia di Cosenza

Scritto da on 23 settembre 2014 – 17:07nessun commento

Sabato 4 ottobre a partire dalle ore 11 fino a sera preparatavi ad affrontare un tour fuori dai soliti clichè tra filari di Magliocco nelle vigne del cosentino per Il vino che verrà, organizzato dall’associazione La strada del vino e dei sapori del Brutium, che vuole valorizzare i vini  di Donnici e Luzzi e le bontà gastronomiche locali, da salsicce e pancette a finire al pan di spagna, tutti a rigorosa denominazione DOC.

 

1384440864bicchiere-vino-rosso-3Il tour inizia con una passeggiata nelle vigne, dove si potranno assaggiare direttamente le uve, per proseguire con una visita guidata nelle cantine e  con una degustazione di vini e prodotti locali. Valorizzazione del territorio, di quanto esso produce di meglio e delle sue potenzialità; divulgazione al grande pubblico delle tecniche, sopratutto di quelle ecosostenibili, per una viticoltura di qualità e di valore; l’espansione delle aree vitivinicole, sono alcuni degli obiettivi che gli organizzatori si propongono di realizzare.

 

Anche facendo conoscere una tradizione antica di millenni, che si perde nella notte dei tempi, incrocia le popolazioni che della Grecia e dal vicino Oriente portano con sè nella terra degli Enotri  i vitigni e insegnano agli autoctoni a coltivarli, favorendo il proliferare di un patrimonio eccezionale di conoscenze e saperi che ha prodotto e continua a produrre decine di vini, molti dei quali DOC e IGT, spesso recuperando i metodi tradizionali e contaminandoli con tecniche all’avanguardia, per ottenere prodotti di qualità capaci di conquistare i mercati internazionali, anche grazie alle giuste strategie di marketing e di comunicazione.

 

Dall’alto al basso Ionio, dal Pollino alla piana lametina alla Costa Viola, qui c’è la Calabria del vino d’autore, la Calabria di chi dalla terra non si è mai allontanato e si ostina a custodire i vitigni locali o di chi  è ritornato a casa e ha portato con sè un bagaglio nuovo di professionalità e entusiasmo, acquisiti altrove e in altri campi magari, come Francesco De Franco, architetto ormai votato a tempo pieno alla sua azienda vinicola, ‘A Vita, a Cirò, che in pochi anni è riuscito a rilanciare le terre di famiglia, a tirarne fuori un vinello niente mal e a farlo conoscere anche oltre Oceano, fino a farne parlare un critico come Eric Asimov sul New York Times.

 

Vino che si beve,  si annusa, si osserva, si gusta, si sorseggia e di cui si parla, come scrive Shakespeare nell’Edoardo VII, a rimarcare come non c’è, forse,  esperienza pari a  quella offerta dalla bevanda degli dei, che spesso beviamo distrattamente, immersi in altri pensieri, nell’accendere tutti i nostri sensi.

 

Coinvolte nel progetto le aziende Ferrocinto a Castrovillari, Donnici ’99 e Terre del Gufo a Donnici, Serracavallo a Bisignano, Terre Nobili a Montalto Uffugo.