Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Al TIP Teatro doppio appuntamento con Shoah dell’Arte e disabilità

Scritto da on 25 gennaio 2017 – 18:06nessun commento

Doppio appuntamento questo weekend al TIP Teatro Circolo Culturale.

Venerdì  27 gennaio per la Giornata della Memoria,  Scenari Visibili ha aderito alla III edizione della Shoah dell’Arte/Giornata della Memoria, una iniziativa nazionale lanciata dalla Ass. Ecad e che intende ricordare, attraverso le biografie, i racconti e le opere sopravvissute, i tanti artisti che subirono le leggi razziali e le persecuzioni e che grazie alla loro arte, considerata all’epoca “degenerata”, ci hanno raccontato ed insegnato che mai uomo deve essere schiavo di altro uomo. Quest’anno per la sezione teatro della Shoah dell’Arte si vuole rendere omaggio a un grande attore del teatro italiano: Arnoldo Foà.

shoah arteArnoldo Foà la cui voce e capacità interpretativa erano straordinarie, fu riconosciuto durante il Ventennio come una delle “più belle voci italiche” ma nel 1938 con la promulgazione delle leggi razziali Arnoldo Foà non fu più riconosciuto come una “voce italica” e gli si vietò l’accesso ai teatri alla radio e al cinema.

“Il 27 gennaio dunque, a partire dalle ore 18.00 al TIP Teatro in Via Aspromonte Lamezia Terme, dopo l’ascolto di un messaggio audio che verrà diffuso in tutti i teatri aderenti all’iniziativa, un gruppo di lettori di varia età, cultura, origine, inizierà a leggere, a ciclo continuo, brevi passaggi di opere e biografie di alcuni tra i tanti artisti perseguitati, secondo un concerto/percorso di voci e corpi, permettendo al pubblico, di aggirarsi tra le storie, ascoltarle e magari, ritrasmetterle”.

Sabato 28 gennaio in occasione di Manifestiamoci // Sessualità & Disabilità, in collaborazione con il Collettivo Manifest, si aprirà al pubblico un laboratorio di lettura e di discussione su un tema di forte e recente attualità.

“Se vogliamo dare pieno esercizio al principio dell’uguaglianza, quale essenza piena della dignità umana, quale diritto inalienabile dell’uomo, dobbiamo guardare con occhi nuovi la disabilità, sapere anche andare oltre le barriere mentali, oltre le barriere di rampe e gradini, superare di gran lunga i limiti di tempo e di spazio, toccare il corpo e ogni singola emozione del corpo. Un paese civile deve essere in grado di fornire le condizioni più adeguate possibili, dirette al pieno esercizio del diritto alla salute e del benessere psicofisico e sessuale”. 

(Dal Comunicato Stampa)