Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Cittadini e beni culturali: il caso Capocolonna

Scritto da on 20 novembre 2015 – 12:12nessun commento

Venerdì 20 novembre 2015, ore 17.00, al Polo Culturale S.Chiara, si terrà un incontro-dibattito sul tema: Tutela da chi? Le nuove sfide dell’associazionismo culturale no profit. Il caso Capo Colonna di Crotone.

1_capocolonnaLa relazione, introdotta dall’archeologa Maria D’Andrea che ha scavato nel sito, sarà tenuta da Margherita Corrado, anch’essa archeologa e presidente dell’associazione culturale Sette Soli di Crotone.

L’evento si propone come momento di riflessione e approfondimento sul tema dell’associazionismo ed il ruolo esercitato da quest’ultimo nella tutela, salvaguardia e divulgazione dei beni culturali.

Il caso esemplare di cui si discuterà riguarderà appunto il sito di Capocolonna, e come l’azione di alcune associazioni, appoggiate dai cittadini crotonesi, siano riuscite a far ripensare e quindi riprogettare uno spazio archeologico di grande pregio e valenza culturale. Infatti, dopo gli scavi di un settore consistente dell’antico Foro romano, l’ intera area era stata tombata, ovvero ricoperta da uno strato di cemento che ne occultava la vista e quindi la fruizione.

Il fermo lavori e la richiesta da parte delle associazioni di praticare una soluzione che prevedesse piuttosto di mettere in relazione tra di loro e quindi far dialogare le strutture rinvenute con quanto già presente, ha consentito una rimodulazione del progetto. I lavori oggi proseguono in questa direzione restituendo così alla collettività un pezzo importante della storia del promontorio Lacinio, ad un pubblico sempre più numeroso, informato e responsabile.

(Comunicato Stampa)