Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Corso di canto della tradizione calabrese

Scritto da on 7 luglio 2014 – 15:26nessun commento
Laboratorio di canto  Cantare all’aria  a cura di Anna Maria Civico, dal 18 al 23 agosto a Cataforio (RC) nel programma dei corsi di U Stegg.

annamaria civico -canto 234652151923097417_nLa voce come strumento di orientamento. Fisicità ed esperienza psicocorporea del canto. Canto e vocalità calabrese.

Nella pratica della musica popolare gioca un ruolo prezioso la trasmissione orale. Questo approccio alla vocalità è un ponte tra i modi del canto popolare contadino e le pratiche performative contemporanee, in cui il trainer (la guida) trasmette la tecnica con il suo corpo-voce. In questo quadro il canto è un’azione che mette in gioco la presenza nella sua globalità. Ciò che emerge di prezioso, nell’ascoltare i cantori e le cantore di tradizione orale, è che il loro canto è un’azione in cui viene messa in gioco la presenza nella sua globalità e che consente di sviluppare il canto e il contesto nel qui ed ora, rendendo la performance un raro momento di incontro e di festa delle emozioni, degli affetti, dell’immaginazione e della creatività.

Cantare all’aria presenta una ricerca di organicità nello studio della voce e delle possibilità vocali. Dell’esercizio verso una sensibilità musicale atonale. Si propone come luogo nel quale ognuno possa esplorare le possibilità del proprio strumento, il corpo-voce, acquisirne consapevolezza e tecniche per amplificarlo e per entrare in modo appassionatamente rigoroso nella pratica del canto e della vocalità calabrese di tradizione orale.

Nel laboratorio si lavorerà con:
• Training dinamici.
• Esplorazioni vocali, timbriche, ritmiche e di risonanza dello spazio.
• Improvvisazioni ritmiche e armonizzazioni, dissonanze, unisono. Canti monodici e polivocali.
• Canti proposti: area aspromontana e lametino. Verranno trasmessi a maggioranza canti che non prevedono l’uso di strumenti musicali.

Partecipanti: indicato per chi ha un atteggiamento di ricerca e di curiosità. Per educatrici/ori, insegnanti, operatrici/ori sociali, artisti di ogni area. Principianti …. ma anche chi si sente arrivato/a e vuole andare oltre!
Portare vestiti comodi, si potrà cantare anche scalze/i.

www.ustegg.it