Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Dario Brunori a Diamante a fianco della Fondazione Lilli contro il cancro

Scritto da on 7 luglio 2014 – 19:42nessun commento

brunorisas.HpP7Z0njfVDopo Edoardo Bennato, Francesco De Gregori, ed ancora Samuele Bersani, Alex Britti, Gino Paoli, Pino Daniele, Roberto Vecchioni, Fiorella Mannoia e, da ultimo, Vinicio Capossela, a salire sul palco del Teatro dei Ruderi di Diamante il prossimo 18 agosto sarà Brunori Sas, stella brillante del panorama musicale italiano e ambasciatore di Unicef Italia, per un concerto di solidarietà per la Fondazione Lilli Funaro, che da dieci anni a questa parte ricorda con il Concerto per Lilli una ragazza straordinaria, morta prematuramente, e la necessità di contribuire alla ricerca contro il cancro.

 

Iniziative che hanno riscosso un enorme successo di pubblico, grazie al quale è stato possibile raccogliere negli anni oltre 100.000 euro, destinati ad importanti progetti di ricerca per la lotta ai tumori, oltre al finanziamento di numerose borse di studio per giovani ricercatori calabresi, e per promuovere lo svolgimento di attività assistenziali.

 

Sono proprio questi motivi che hanno indotto diverse istituzioni a premiare per la sua attività la Fondazione Lilli. L’ultimo di questi premi è stato ricevuto l’11 giugno scorso in Campidoglio a Roma, il Premio speciale Atena, assegnato alla Fondazione Lilli Funaro “per aver saputo trasformare un vuoto incolmabile in un aiuto concreto alla lotta contro il cancro”.

 

Dario Brunori è in tour con il suo ultimo cd, Il cammino di Santiago, in cima alle classifiche di vendita, mentre macina il tutto esaurito in tutte le piazze italiane.