Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Festival Internazionale della Sibaritide con Michela Pozzi, Fonte & Poe

Scritto da on 7 agosto 2014 – 20:34nessun commento

 

Dal 22 al 24 agosto appuntamento con il primo Festival Internazionale della Sibaritide, che si svolgerà presso il Parco Archeologico Timpone della Motta – Macchiabate di Francavilla Marittima, in Provincia di Cosenza.

 

michela pozzi - frame dal videoIl Festival unisce, grazie alla collaborazione della Dott.ssa Simonetta Bonomi, Soprintendente per i Beni archeologici della Calabria e del Direttore Alessandro D’Alessio, due luoghi simbolo del territorio Calabrese: il Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide e un caratteristico spazio del Parco Archeologico Timpone della Motta di Francavilla Marittima, con la mostra “2VIDEO-TÈMENOS”, che presenterà in anteprima per il Festival le opere del progetto d’arte contemporanea “Témenos”, svoltosi nel mese di luglio2014.

 

Il progetto contempla i lavori   originali, realizzati appositamente da tre videoartisti,  Michela Pozzi (Urbino), e dal duo Fonte & Poe – Alessandro Fonte e Shawnette Poe (Lubiana), i quali  racconteranno attraverso la loro opera l’esperienza vissuta in contatto diretto con il territorio e  i suoi abitanti, rivelando la continuità d’unione e la relazione tra tempi-spazi e storie diverse.

 

Il progetto Témenos  è realizzato in collaborazione con la milanese ARTHUB.it e il portale d’arte UnDo.Net, grazie al quale, dal mese di settembre 2014, le opere  video “abiteranno” il web,   partecipando all’importante Rassegna nazionale “2Video – Rassegna Nazionale di video D’artista”.

 

Il lavoro realizzato dal duo sloveno Fonte & Poe – spiega Giovanni Viceconte, curatore del progetto- è legato all’acqua e alla sua immagine “magico-rituale”, che da sempre ha svolto tra le antiche civiltà magnogreche ed enotrie un ruolo importantissimo. Il video testimoniata, infatti, attraverso una sorta di azione-processionale svolta, con la collaborazione di un gruppo di otto figuranti del posto, sul letto semi-prosciugato del fiume Raganello, il legame con il culto tributato alla dea Atena e ai rituali sull’offerta dell’acqua che si svolgevano nell’antichità. Michela Pozzi, invece ha pensato il suo video concentrandosi sulla connessione-relazione con il luogo. L’artista, compie il suo rituale partendo dal fiume, luogo simbolo del territorio, per poi condurci sull’acropoli, trasportando sulle spalle un antico oggetto di lavoro e di venerazione, realizzato in collaborazione con alcune donne del posto, una lavorazione a carattere cerimoniale-sacrale, in funzione al culto tributato alla “Dea del telaio” di epoca enotria e alla dea Atena”.

 

Nei 3 giorni della manifestazione  non ci sarà solo arte contemporanea, ma anche visite guidate, dibattiti, laboratori, giochi sportivi ispirati all’antica Sibari, cene a tema e  altre attività, per riscoprire rituali e tradizioni della  antica colonia greca e le bellezze naturali, culturali, artiche e storiche del ricco territorio della Sibaritide.

 

Info: www.festivaldellasibaritide.itwww.arthub.it   – www.undo.net  

Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide Tel. 0981/79392