Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Festival Internazionale della Sibaritide con Michela Pozzi, Fonte & Poe

Scritto da on 7 agosto 2014 – 20:34nessun commento

 

Dal 22 al 24 agosto appuntamento con il primo Festival Internazionale della Sibaritide, che si svolgerà presso il Parco Archeologico Timpone della Motta – Macchiabate di Francavilla Marittima, in Provincia di Cosenza.

 

michela pozzi - frame dal videoIl Festival unisce, grazie alla collaborazione della Dott.ssa Simonetta Bonomi, Soprintendente per i Beni archeologici della Calabria e del Direttore Alessandro D’Alessio, due luoghi simbolo del territorio Calabrese: il Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide e un caratteristico spazio del Parco Archeologico Timpone della Motta di Francavilla Marittima, con la mostra “2VIDEO-TÈMENOS”, che presenterà in anteprima per il Festival le opere del progetto d’arte contemporanea “Témenos”, svoltosi nel mese di luglio2014.

 

Il progetto contempla i lavori   originali, realizzati appositamente da tre videoartisti,  Michela Pozzi (Urbino), e dal duo Fonte & Poe – Alessandro Fonte e Shawnette Poe (Lubiana), i quali  racconteranno attraverso la loro opera l’esperienza vissuta in contatto diretto con il territorio e  i suoi abitanti, rivelando la continuità d’unione e la relazione tra tempi-spazi e storie diverse.

 

Il progetto Témenos  è realizzato in collaborazione con la milanese ARTHUB.it e il portale d’arte UnDo.Net, grazie al quale, dal mese di settembre 2014, le opere  video “abiteranno” il web,   partecipando all’importante Rassegna nazionale “2Video – Rassegna Nazionale di video D’artista”.

 

Il lavoro realizzato dal duo sloveno Fonte & Poe – spiega Giovanni Viceconte, curatore del progetto- è legato all’acqua e alla sua immagine “magico-rituale”, che da sempre ha svolto tra le antiche civiltà magnogreche ed enotrie un ruolo importantissimo. Il video testimoniata, infatti, attraverso una sorta di azione-processionale svolta, con la collaborazione di un gruppo di otto figuranti del posto, sul letto semi-prosciugato del fiume Raganello, il legame con il culto tributato alla dea Atena e ai rituali sull’offerta dell’acqua che si svolgevano nell’antichità. Michela Pozzi, invece ha pensato il suo video concentrandosi sulla connessione-relazione con il luogo. L’artista, compie il suo rituale partendo dal fiume, luogo simbolo del territorio, per poi condurci sull’acropoli, trasportando sulle spalle un antico oggetto di lavoro e di venerazione, realizzato in collaborazione con alcune donne del posto, una lavorazione a carattere cerimoniale-sacrale, in funzione al culto tributato alla “Dea del telaio” di epoca enotria e alla dea Atena”.

 

Nei 3 giorni della manifestazione  non ci sarà solo arte contemporanea, ma anche visite guidate, dibattiti, laboratori, giochi sportivi ispirati all’antica Sibari, cene a tema e  altre attività, per riscoprire rituali e tradizioni della  antica colonia greca e le bellezze naturali, culturali, artiche e storiche del ricco territorio della Sibaritide.

 

Info: www.festivaldellasibaritide.itwww.arthub.it   – www.undo.net  

Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide Tel. 0981/79392