Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

I miti della musica ad Area Loft Cineforum

Scritto da on 30 novembre 2015 – 17:04nessun commento

Prende il via questa sera a Catanzaro, nei locali di Area Loft, un miniciclo di film dedicato ai miti della musica .

Due film che verranno proiettati per altrettanti lunedì consecutivi, il 30 novembre e il 7 dicembre, entrambi alle ore 20.30.

Ad aprire è Northern Soul, il film nel quale Elaine Constantine racconta un’epoca, il crocevia tra gli anni ’60 e ’70 e la mitica Swinging London, locali storici come il Torch e il Blackpool Mecca dove regnano la Soul music e l’R&B, mentre ovunque dilagano l’acid rock e il progressive. Una tendenza che proclama principi incontrastati della notte  DJ come Ian Levine e che presto dilagherà anche nei club italiani.

ControlAi Joy Division, band di culto che segnò l’inizio della scena post-punk, il fotografo e videomaker Anton Corbijn dedica  la sua pellicola di esordio, Control,  per raccontare la storia del suo leader, Ian Curtis, morto suicida a soli 23 anni. Il film ne racconta inquietudini e tormenti, a iniziare da quegli attacchi epilettici che tanto lo influenzarono anche come artista, passando dal cantante che si dimenava sul palco sotto gli occhi ammirati dei fan, al ragazzo privato, confuso e straziato dall’improvviso successo. Girato a colori e riversato in bianco e nero per ritornare all’epoca, musiche dei Joy DIvisione e delle band contemporanee il film si fa apprezzare, complice la bella interpretazione da Sam Riley nella parte di Curtis.

Insomma, da vedere entrambi.