Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Il jazz made in Norvegia arriva tra i boschi della Sila

Scritto da on 25 luglio 2014 – 13:11nessun commento

tord_gustavsen_id_photoDa domani (venerdì 25 luglio) a domenica 27 luglio p.v., il Peperoncino Jazz Festival, manifestazione itinerante di jazz che tocca le principali località della Calabria,  approderà per il quinto anno nel cuore del Parco Nazionale della Sila, il cui splendido territorio ospiterà una intensa “tre giorni” ispirata dalle sonorità nordiche, fortemente voluta dal Direttore dell’Ente Parco, Michele Laudati e realizzata, come quelle delle scorse edizioni, con l’Alto Patrocinio dalla Reale Ambasciata di Norvegia, terra con la quale si è inteso realizzare un ideale gemellaggio musicale e culturale.

Intitolata quest’anno “Facing North” e caratterizzata, ancora una volta, dal coinvolgimento, in esclusiva nazionale, delle maggiori personalità della scena jazzistica norvegese, la “tre giorni” silana verrà inaugurata oggi 25 luglio alle ore 17 dall’esibizione della carismatica cantante e compositrice KRISTIN ASBJØRNSEN, vincitrice di vari National Music Awards e molto conosciuta in tutta Europa per il suo inconfondibile stile interpretativo e per il suo personale approccio alla scrittura, che palesano radici musicali molto complesse, ispirate alla tradizione cantautoriale, al jazz, alla
groove-based world music, ma anche al folk e alla musica etnica africana e del Sud America (si veda “Wayfaring Stranger – A spiritual songbook”, suo primo album da leader prodotto nel 2006 dalla Emercy – Universal).

In occasione del concerto, che sarà ambientato nel suggestivo scenario della Segheria del Centro Visite “Cupone”, Kristin, accompagnata al
piano da TORD GUSTAVSEN, nuova stella della musica d’improvvisazione norvegese, darà prova della sua capacità di muoversi come interprete
con completa precisione e disinvoltura tra gli infiniti parametri delle ottave, del tono, del timbro, del ritmo, del fraseggio e dello stile, “rapendo” tutti gli spettatori e trasportandoli in un vortice emotivo di grande intensità.

Sabato 26 luglio, invece, il festival diretto da Sergio Gimigliano, che anche quest’anno, tappa dopo tappa, si sta confermando come uno
dei più importanti eventi culturali e turistici dell’estate calabrese – nonché come uno dei festival jazz migliori d’Italia (così considerato a livello nazionale all’esito del prestigioso referendum indetto dalla rivista specializzata JAZZIT – Jazzit Awards – nella categoria relativa ai festival nazionali) – sempre alle ore 17 approderà nello splendido contesto della Riserva Naturale dei Giganti di Fallistro per il concerto in solo del sassofonista TRYGVE SEIM.

La tre giorni ispirata alle sonorità scandinave si concluderà, poi, domenica 27 luglio presso la sede dell’Ente Parco Nazionale della Silatrivge seim
a Lorica di San Giovanni in Fiore, sul lago Arvo (meta turistica fra le più frequentate della Calabria) con il concerto (sempre ad ingresso libero ed in programma alle ore 17) in piano solo del grande TORD GUSTAVSEN.

Si segnala che, come nella migliore tradizione del Peperoncino Jazz Festival, al termine di ciascuno dei tre spettacoli verrà dato spazio alla degustazione dei migliori vini calabresi a cura dell’A.I.S. Calabria in accompagnamento a prodotti gastronomici silani offerti da Barrese Prodotti Tipici, Fattoria Biò dei fratelli Grillo e Hotel Ristorante Il Ruscello di Serafino Aquino.

(Comunicato Stampa)