Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Il Sud è niente, film vincitore al Festival di Roma, al Sistema Bibliotecario Vibonese

Scritto da on 17 gennaio 2014 – 16:56nessun commento
Lunedì 20 gennaio ore 16.30 al Sistema Bibliotecario sarà proiettato il film di Fabio Mollo IL SUD è NIENTE. Seguirà, alle ore 18.00, una conversazione con il regista alla quale interverranno lo scrittore Mimmo Gangemi, e l’antropologo Vito Teti.  
Coordineranno l’incontro Gilberto Floriani, direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese e le docenti Eleonora Rombolà e Caterina Scolieri.

ilsudènienteIl Sud è niente, il film opera prima di Fabio Mollo, prodotto da B24 film e Madakai in collaborazione con Rai Cinema, e distribuito da Istituto Luce Cinecittà, si è aggiudicato il Premio Camera d’oro Taodue per il Miglior produttore emergente di opera prima/seconda dell’ottava edizione del festival del Film di Roma. Il premio è stato consegnato ai due produttori, per B24 Film e Madakai, Jean Denis Le Dinahet eSébastien Msika.

Presentato in anteprima europea ad Alice nella Città, la sezione autonoma e parallela del Festival del Film di Roma, e interpretato da Vinicio Marchioni e l’esordiente Miriam Karlkvist, con la partecipazione di Valentina Lodovini, il film, già positivamente accolto al suo debutto mondiale al Festival di Toronto, ha avuto a Roma una prima straordinaria, con una sala Santa Cecilia gremita da oltre 2.000 ragazzi e una seconda proiezione ufficiale ugualmente molto applaudita.

Accolto con particolare interesse anche dalla stampa al festival, il film arrivato nelle sale italiane il 5 dicembre, con quello che è stato definito ‘un grido di dolore e di speranza’: il racconto della crescita di una ragazza, Grazia, oppressa da un clima di omertà e mistero intorno alla scomparsa del fratello. Un racconto di un’illegalità che non colpisce soltanto la realtà sociale al suo esterno, ma la vita intima e irapporti tra persone, e che nel personaggio della giovane protagonista e nel realismo immaginifico del film rappresenta il desiderio di vedere una realtà diversa, liberata da un insopportabile peso.

Sistema Bibliotecario Vibonese

Ufficio Eventi e Comunicazione
Polo Culturale Santa Chiara, via Ruggero il Normanno Vibo Valentia – 89900
tel. 0963/547557 – fax 0963/471856