Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Il Sud è niente, film vincitore al Festival di Roma, al Sistema Bibliotecario Vibonese

Scritto da on 17 gennaio 2014 – 16:56nessun commento
Lunedì 20 gennaio ore 16.30 al Sistema Bibliotecario sarà proiettato il film di Fabio Mollo IL SUD è NIENTE. Seguirà, alle ore 18.00, una conversazione con il regista alla quale interverranno lo scrittore Mimmo Gangemi, e l’antropologo Vito Teti.  
Coordineranno l’incontro Gilberto Floriani, direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese e le docenti Eleonora Rombolà e Caterina Scolieri.

ilsudènienteIl Sud è niente, il film opera prima di Fabio Mollo, prodotto da B24 film e Madakai in collaborazione con Rai Cinema, e distribuito da Istituto Luce Cinecittà, si è aggiudicato il Premio Camera d’oro Taodue per il Miglior produttore emergente di opera prima/seconda dell’ottava edizione del festival del Film di Roma. Il premio è stato consegnato ai due produttori, per B24 Film e Madakai, Jean Denis Le Dinahet eSébastien Msika.

Presentato in anteprima europea ad Alice nella Città, la sezione autonoma e parallela del Festival del Film di Roma, e interpretato da Vinicio Marchioni e l’esordiente Miriam Karlkvist, con la partecipazione di Valentina Lodovini, il film, già positivamente accolto al suo debutto mondiale al Festival di Toronto, ha avuto a Roma una prima straordinaria, con una sala Santa Cecilia gremita da oltre 2.000 ragazzi e una seconda proiezione ufficiale ugualmente molto applaudita.

Accolto con particolare interesse anche dalla stampa al festival, il film arrivato nelle sale italiane il 5 dicembre, con quello che è stato definito ‘un grido di dolore e di speranza’: il racconto della crescita di una ragazza, Grazia, oppressa da un clima di omertà e mistero intorno alla scomparsa del fratello. Un racconto di un’illegalità che non colpisce soltanto la realtà sociale al suo esterno, ma la vita intima e irapporti tra persone, e che nel personaggio della giovane protagonista e nel realismo immaginifico del film rappresenta il desiderio di vedere una realtà diversa, liberata da un insopportabile peso.

Sistema Bibliotecario Vibonese

Ufficio Eventi e Comunicazione
Polo Culturale Santa Chiara, via Ruggero il Normanno Vibo Valentia – 89900
tel. 0963/547557 – fax 0963/471856