Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Libri: Lorenzo Marone presenta a Lamezia La tristezza ha un sonno leggero

Scritto da on 26 aprile 2016 – 19:43nessun commento

Giovedì 28 aprile 2016, ore 18:30, Lorenzo Marone presenta il suo ultimo libro  LA TRISTEZZA HA IL SONNO LEGGERO, edito da Longanesi, alla Libreria Tavella di Lamezia Terme.

… questo è un libro che si fa leggere con dolcezza e profondità, perché Erri Gargiulo, il protagonista, è un uomo imperfetto come lo siamo noi. Un 40 enne non bellissimo, un po’ impedito, ironico e ancora in cerca di un sé che tarda a definirsi. Tempo un paio di pagine e ti innamori subito di Gargiulo e pure della sua gastrite, del suo modo bislacco di ricacciare dentro le emozioni, del suo essere indeciso su tutto” ha scritto Luciana Litizzetto.

Paragonato a “Il giovane Holden”, agli eroi di Franzen, a”La famiglia” di Scola, la seconda prova letteraria di Marone dopo il suo esordio con La tentazione di essere felici vive di citazioni e rimandi per raccontare la storia di Erri Gargiulo, frutto maturo della generazione di coloro che hanno compiuto da poco gli ‘anta, con due padri, una madre e la tristezza sonno leggero copmezza e svariati fratelli.

Sulla soglia dei quarant’anni è un uomo fragile e ironico, arguto ma incapace di scegliere e di imporsi, tanto emotivo e trattenuto che nella sua vita, attraversata in punta di piedi, Erri non esprime mai le sue emozioni ma le ricaccia nello stomaco, somatizzando tutto. Un giorno la moglie Matilde, con cui ha cercato per anni di avere un bambino, lo lascia dopo avergli rivelato di avere una relazione con un collega. Da quel momento Erri non avrà più scuse per rimandare l’appuntamento con la sua vita.

E uno per uno deciderà di affrontare le piccole e grandi sfide a cui si è sempre sottratto: una casa che senta davvero sua, un lavoro che ama, un rapporto con il suo vero padre, con i suoi irraggiungibili fratelli e le sue imprevedibili sorelle. Imparerà così che per essere soddisfatti della vita dobbiamo essere pronti a liberarci del nostro passato, capire che noi non siamo quello che abbiamo vissuto e che non abbiamo alcun obbligo di ricoprire per sempre il ruolo affibbiatoci dalla famiglia. E quando la moglie gli annuncerà di essere incinta, Erri sarà costretto a prendere la decisione più difficile della sua esistenza.