Primo Piano »

Dal fumetto criminale a quello sociale, arriva a Cosenza il Festival del Paesaggio

18 settembre 2017 – 10:26 |

Il prossimo week end, dal 22 al 24 settembre, torna il fumetto a Cosenza al Festival del Fumetto Le Strade del Paesaggio, diventato uno degli spazi più interessanti dedicati al fumetto e al suo universo. Promossa da Cluster con la …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Prove aperte al Ptu per George e lo spirito burlone

Scritto da on 28 agosto 2014 – 10:40nessun commento

Dal 1 al 6 settembre dalle h.19 alle h. 24 prove aperte al pubblico dello spettacolo George lo spirito burlone di Lindo Nudo e Max Mazzotta, una produzione della Residenza Teatrale “Un piccolo teatro d’arte per l’area urbana” al PTU dell’Unical a Rende (Cs).

teatro bambiniLe prove aperte al pubblico rappresentano l’occasione per inoltrarsi nelle dinamiche fra l’attore e il regista, tra la drammaturgia e la messa in scena, nello stimolante e complesso viaggio che porta alla creazione prima e alla formalizzazione finale poi, di uno spettacolo teatrale; l’opportunità di comprendere quanto suoni e luci contribuiscano a enfatizzare le performance attoriali e quanto sia efficace la sinergia fra le componenti di uno spettacolo. Chi ama il teatro e chi si dedica ad esso può, assistendo alle Prove aperte, conoscere i retroscena e il percorso creativo che sottintende alla nascita di ogni spettacolo. Pur conservando la curiosità della prima si è in grado di apprezzare maggiormente tutto il lavoro che precede una messa in scena.

La pièce è una fiaba sulla magia e la forza della prosa e prende avvio dal sogno di due giovani attori, Antoine e Giacomino, desiderosi di riaprire un vecchio teatro abbandonato e di riportarlo agli antichi splendori. Appena saliti sul palcoscenico, però, i due sono assaliti da dubbi e preoccupazioni : non ci sono scenografie,non ci sono costumi, non ci sono luci e non c’è un copione; c’è solo un baule che però i due non riescono ad aprire. Da dove iniziare?

Antoine cerca di essere propositivo, Giacomino è invece polemico e buffamente catastrofico. In preda allo sconforto nei due comincia a fare capolino l’idea di abbandonare il progetto, quando, improvvisamente, ecco che, evocato dalla soluzione di un indovinello che i due trovano su una vecchia pergamena, il baule si apre e appare lui : Giorgione il fantasma burlone. Un grande attore di cui tutti, al momento della chiusura del teatro avevano perso le tracce. George, che in realtà non aveva mai abbandonato il suo palcoscenico, magicamente, farà ri-percorrere ai nostri due eroi il viaggio nella storia del teatro .

In una pirandelliana e divertente dimensione meta teatrale Antoine e Giacomino si esalteranno a passare dalla Tragedia greca alla Commedia dell’Arte, da Shakespeare a Molière per concedersi, infine, una “sbirciatina” al teatro del novecento.
George lo spirito burlone, pur strizzando l’occhio ad appassionati e spettatori adulti, è pensato soprattutto per adolescenti e bambini e pone l’obiettivo di introdurre i più piccoli al gioco del teatro e di avviarli all’aspetto più poetico del teatro e del mestiere dell’attore.