Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Serata De Andrè al MARCA di Catanzaro

Scritto da on 14 aprile 2016 – 10:05nessun commento

Proseguono gli appuntamenti di POIESIS Progetti d’Arte, ciclo di incontri di Teatro, Arte, Letteratura al MARCA di Catanzaro, a cura del Teatro di Calabria “A. Tieri”, con il patrocinio della Provincia di Catanzaro e della Fondazione Guglielmo.

Mentre esce in libreria Sotto le ciglia chissà,  che raccoglie i diari, gli appunti e gli scritti inediti di de andrè, il Teatro di Calabria dedica un recital a Faber ed alla Antologia di Spoon River di E. L. Masters, da cui il cantautore genovese prese spunto per comporre i versi dei brani contenuti nel suo celebre concept album “Non al denaro, non all’amore né al cielo”.

Pubblicata inizialmente nel 1915 e ristampata in versione definitiva nel 1916, l’Antologia di Spoon River resta una delle opere  più originali della letteratura americana, con le sue 244 liriche che raccontano in forma di epitaffio la vita e i vizi degli abitanti di Spoon River.

«L’aprii proprio alla metà, e trovai una poesia che finiva così: “mentre la baciavo con l’anima sulle labbra, l’anima d’improvviso mi fuggì”. Chissà perché questi versi mi mozzarono il fiato: è così difficile spiegare le reazioni degli adolescenti» racconta Fernando Pivano nel ricordare il suo primo incontro con Spoon River.

Che  ha raccolto nel corso del ‘900 una scia vastissima di appassionati, come Fabrizio De Andrè che, a diciotto anni, lesse per la prima volta i versi della raccolta e ne restò abbacinato, tanto da farne, anni dopo, un concept album che, in nove brani di grande raffinatezza e suggestione, ispirati ad altrettante liriche dell’ Antologia, “omaggia  i componimenti dell’autore americano, in un percorso intellettuale e lirico che segue i due grandi temi dell’Invidia e della Scienza, analizzando così vizi e debolezze dell’essere umano”.

Il recital musicato e sceneggiato dagli Attori della Compagnia del “Teatro di Calabria Aroldo Tieri” vedrà l’alternarsi dei brani di De Andrè e delle liriche di Lee Masters, intonati ed interpretati da Paolo Formoso (voce e chitarra), Salvatore Venuto, Aldo Conforto, Marta Parise, Alessandra Macchioni. Il prof. Luigi La Rosa e Mariarita Albanese introdurranno le tematiche e i brani della serata.

 

INGRESSO LIBERO