Primo Piano »

Arrivederci a presto!

3 aprile 2018 – 09:39 |

Cari amici e amiche, il nostro sito sospende le pubblicazioni.
 
Share

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Simona De Rosa alle Terme Luigiane

Scritto da on 24 agosto 2015 – 09:59nessun commento

Questa sera alle  Peperoncino Jazz Festival 2015 presenta alle Terme Luigiane Waves, progetto a firma di
Simona De Rosa, cantante dal grande talento, dalla grande brillantezza espressiva e dalle spiccate doti canore, affinate in anni di performance live negli States.

simona de rosa 09_633765778159611774_n“Waves”, lavoro discografico di indiscusso pregio, che sta ottenendo ottimi consensi di critica a livello nazionale, nasce dagli stimoli ricevuti dalla vocalist partenopea negli anni vissuti a New York e dal
desiderio di raccontare in musica le diverse esperienze ed influenze artistiche.

Accompagnata dal trio del contrabbassista Tommaso Scannapieco (formazione composta dal pianista Michele Di Martino e dal batterista Luigi Del Prete) e con special guest il formidabile sassofonista Daniele Scannapieco (collaboratore di artisti del calibro di Dee Dee Bridgewater, Henri Salvador, Mario Biondi, Roberto Gatto, Nicola Conte ecc), nel corso della serata la De Rose darà un assaggio delle nove
tracce che compongono il suo disco: nove evergreen della musica americana; nove “onde sonore” caratterizzate da elementi jazz, soul e suoni mediterranei, dallo scintillante “The more I see you” (Harry Warren-Mack Gordon) ai ritmi funky di “Good morning heartacke” (Irene Higginbotham-Ervin Drake), passando, tra le altre, per la dolcissima “Historia de un amor” (Carlos Eleta Almaràn).

Dopo la serata all’insegna delle onde sonore della De Rose e del suo super quintetto, che sarà ad ingresso libero grazie al contributo della Sateca (Società che gestisce le Terme Luigiane), l’evento che negli anni si è conquistato il posto di Festival Jazz Internazionale della Calabria riprenderà il suo percorso nelle più belle località della regione tornando nel territorio comunale di Amantea, dove martedì 25 agosto, nello splendido chiostro del Convento di San Bernardino, il pubblico potrà ascoltare “Mysterious Monk”, il nuovo progetto artistico ideato dal pianista lametino Egidio Ventura e prodotto da Lamezia Jazz per rendere omaggio al grande pianista e al suo personalissimo stile di improvvisazione.

Mercoledì 26, invece, prima della “due giorni” paolana in programma il 27 e 28 agosto, nella nuovissima Piazza San Francesco, a Campora San Giovanni, sarà la volta del tributo ad un altro personaggio fondamentale della storia del jazz: il trombettista Chet Baker, le cui interpretazioni di brani quali “My Funny Valentine”, “You don’t love what love is”, “Let’s Get Lost” ecc., sono rimaste memorabili e
saranno riproposte con stile e grande bravura da quello che è senza dubbio il trombettista più attivo della scena jazzistica calabrese: Rocco Riccelli.

(Comunicato Stampa)