Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Storie di lotte e di riscatto in un libro di Elena Costa

Scritto da on 17 dicembre 2014 – 15:28nessun commento

logo tropeafestivalSabato 20 gennaio alle ore 17.30 verrà presentato, al Sistema Bibliorecario Vibonese, il romanzo della scrittrice calabrese Elena Costa “Le più piccole del’68”, vincitore del Premio IoScrittore 2013.

Un romanzo in cui si rincorrono i grandi gesti e le tenere paure di gente di provincia in un ritratto di brillante  umorismo e passione civile. Ispirato ad una storia vera, una cronaca appassionata di iniziazione alla vita e alla Storia. Sullo sfondo gli echi di un’epoca nuova che, anche grazie a loro, sta per arrivare. L’incontro sarà condotto dalla giornalista Maria Teresa Santaguida. L’evento è inserito nell’ambito del Festival Leggere&Scrivere OFF.
È una sera di giugno del 1968, una sera come tante in una piccola fabbrica di pantaloni di un paesino vicino Roma. Le giovani operaie si stanno preparando a concludere la giornata lavorativa, quando un annuncio del direttore le ferma. «Da domani non venite più. La fabbrica chiude.» Un attimo di sconcerto, poi la decisione, improvvisa e risoluta: si occupa la fabbrica, per difendere il diritto al lavoro e a un’esistenza più dignitosa.
È l’inizio di una grande avventura per le giovanissime operaie, che nei giorni e nelle notti dell’occupazione avranno modo di sperimentare la propria forza e il proprio coraggio, di riflettere sulla propria vita, di capire quello che conta davvero… Si intrecciano così in queste pagine le storie di Nerina, di Stella, di Fiorenza, delle loro compagne di lotta, dei loro amori e delle loro famiglie in un romanzo corale che, partendo da un episodio storico realmente accaduto e che ha preceduto l’autunno caldo del Sessantotto, racconta una suggestiva vicenda di lotta e riscatto, di eroismo e amore che parla ai nostri cuori e alle nostre coscienze.

 

Elena Costa è nata a Catanzaro nel 1973, vive a Roma dal 1991. Laureata in giurisprudenza, non osa cimentarsi con la professione legale, cercando altrove la sua strada che, per inciso, non ha ancora trovato. Nell’attesa lavora come produttore creativo e story editor per fiction tv. Questo è il suo primo romanzo. Gli eventi che hanno ispirato il libro sono ricostruiti in un documentario diretto dalla stessa autrice e attualmente in fase di lavorazione. Il romanzo e la sua autrice, infine, sono stati scelti dallo IED – scuola internazionale di Design, Moda, Arti visive e Management – per due progetti di tesi in ambito di comunicazione multimediale.

(Comunicato Stampa)