Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Sud in Ballo, laboratori di danze tradizionali invadono la Calabria

Scritto da on 24 settembre 2014 – 19:44nessun commento

laboratori danzaRadici del Suono, l’Associazione reggina che si occupa da circa 10 anni di musiche e danze tradizionali, attraverso festival e laboratori apprezzatissimi anche fuori dai confini regionali, insieme a Sud in Ballo, realtà che nasce dall’incontro di sei ballerini e insegnanti di danze popolari di diverse regioni italiane (Agata Scopelliti dalla Calabria, Franca Tarantino dal Salento, Maria Del Porto dalla Campania, Alessandro Calabrese dal Lazio, Cristina Falasca dall’Abruzzo e Lila Tarroni dal Lazio), propongono una serie di laboratori che  si rivolgono a chi intende avvicinarsi alle danze e alle tradizioni musicali  del centro-sud Italia.

Ogni laboratorio prevede una parte pratica ed una teorica e l’utilizzo di supporti didattici audiovisivi.

Sono previste presentazioni e lezioni di prova itineranti in tutta la Calabria a partire dal 26 settembre a Vibo Valentia Marina,  presso Progetto Danza, via Lombardia (info: 347 351 5835) , per proseguire il 28 settembre ore 18.00 a Siderno alla Libreria Mondadori (Centro Commerciale La Gru) (info: 0964.344685).

Martedì 21 ottobre ore 20.00 i laboratori approdano a Villa S. Giovanni (RC) alla Dance School Fata Morgana – via della Famiglia Azzarello n°20-22 (info: 348 103 6143) e mercoledì 22 ottobre ore 19.00 a Reggio Calabria
allo Spazio Nonsense in via Pio XI dir. priv. 33 (info: 320.19.58.651).

I seminari sono tenuti da insegnanti che da diversi anni conducono al CIP alessandrino, a Roma, laboratori sulle danze dei territori di appartenenza. Lo scopo non è  solo quello di insegnare esclusivamente le tecniche di ballo quanto di raccontare ciò che si cela dietro ciascuna danza: la cultura, le tradizioni, gli incontri, la musica, l’anima dei luoghi.