Primo Piano »

Antonio Ligabue, la tragedia, la visione. Una mostra al Museo del Presente a Rende

5 gennaio 2018 – 11:08 |

Chi non conosce il suo volto scavato, dominato da quegli occhi enormi, che ti osservano da distanze insondabili, immortalato in decine di autoritratti. Chi non conosce la sua vita, che sembra una tragedia greca, un padre mai conosciuto, una madre …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Sud in Ballo, laboratori di danze tradizionali invadono la Calabria

Scritto da on 24 settembre 2014 – 19:44nessun commento

laboratori danzaRadici del Suono, l’Associazione reggina che si occupa da circa 10 anni di musiche e danze tradizionali, attraverso festival e laboratori apprezzatissimi anche fuori dai confini regionali, insieme a Sud in Ballo, realtà che nasce dall’incontro di sei ballerini e insegnanti di danze popolari di diverse regioni italiane (Agata Scopelliti dalla Calabria, Franca Tarantino dal Salento, Maria Del Porto dalla Campania, Alessandro Calabrese dal Lazio, Cristina Falasca dall’Abruzzo e Lila Tarroni dal Lazio), propongono una serie di laboratori che  si rivolgono a chi intende avvicinarsi alle danze e alle tradizioni musicali  del centro-sud Italia.

Ogni laboratorio prevede una parte pratica ed una teorica e l’utilizzo di supporti didattici audiovisivi.

Sono previste presentazioni e lezioni di prova itineranti in tutta la Calabria a partire dal 26 settembre a Vibo Valentia Marina,  presso Progetto Danza, via Lombardia (info: 347 351 5835) , per proseguire il 28 settembre ore 18.00 a Siderno alla Libreria Mondadori (Centro Commerciale La Gru) (info: 0964.344685).

Martedì 21 ottobre ore 20.00 i laboratori approdano a Villa S. Giovanni (RC) alla Dance School Fata Morgana – via della Famiglia Azzarello n°20-22 (info: 348 103 6143) e mercoledì 22 ottobre ore 19.00 a Reggio Calabria
allo Spazio Nonsense in via Pio XI dir. priv. 33 (info: 320.19.58.651).

I seminari sono tenuti da insegnanti che da diversi anni conducono al CIP alessandrino, a Roma, laboratori sulle danze dei territori di appartenenza. Lo scopo non è  solo quello di insegnare esclusivamente le tecniche di ballo quanto di raccontare ciò che si cela dietro ciascuna danza: la cultura, le tradizioni, gli incontri, la musica, l’anima dei luoghi.