Primo Piano »

Andrea Cefaly jr alla scuola di Casorati in mostra a Catanzaro

30 ottobre 2017 – 10:59 |

E’ una mattina tersa e luminosa inusuale per l’inverno torinese quella in cui si incontrano per la prima volta il pittore affermato, amico di Casella e Gobetti, e il giovane arrivato dalla Calabria che ha fatto dell’arte il suo unico …

Leggi tutto »
Home » Eventi Segnalati

Sud, tutta un’altra storia: un libro di Antonella Musitano

Scritto da on 3 novembre 2014 – 13:33nessun commento

 

Sabato 8 novembre alle ore 10,00, presso il Polo Culturale Santa Chiara in via Ruggero il Normanno, Vibo Valentia, Antonella Musitano  presenta il suo libroSud tutta un’altra storia – Platì 1861: un caso emblematico di “brigantaggio”,  pubblicato da Laruffa Editore. Con l’Autrice sarà presente il professore Nazzareno Bova.

 

sud tutta un'altra storia copE’ tutta un’altra storia quella che emerge dalle pagine del libro, una storia che affiora dalle ingiallite carte d’Archivio che raccontano un’altra verità sugli anni turbolenti e difficili dell’unificazione italiana, gli anni in cui, mentre si spegnevano gli entusiasmi, le speranze, le illusioni dei contadini meridionali, si accendeva, forte, la loro ribellione, la loro sete di riscatto e di giustizia. Sì, è tutta un’altra storia, non quella nascosta, negata, adattata, ma quella che, anche nelle autorevoli voci di Luigi Einaudi e Francesco Saverio Nitti, spiega l’origine del divario economico tra le due parti del Paese e come, attraverso l’enorme drenaggio di capitali dal sud al nord sia stato finanziato il decollo industriale di quest’ultimo.

 

E spiega l’origine di un pregiudizio, da usare “senza cautela”, per giustificare i massacri, le violenze, le leggi speciali, solo “per i meridionali”, ed ancora, spiega come, dall’Unità in poi, si sia creato quel meccanismo economico, quel processo di sviluppo ineguale, tipico delle “migliori forme di colonialismo” (interno, nel caso italiano), facendo qualche “scorribanda” nelle scelte politiche, vecchie e nuove, quelle che non hanno ancora saputo o voluto vedere nel Sud un’occasione, forse l’unica nella crisi attuale, da cui ripartire per il rilancio economico del Paese, una speranza per il suo futuro, ma, soprattutto, l’occasione per pareggiare, finalmente, i conti con la storia e giungere ad una effettiva, reale e condivisa Unità.

 

Antonella Musitano, calabrese d’origine e pugliese d’adozione, docente di lettere, vive attualmente a Bari. Ha pubblicato, per scopi didattici, studi e ricerche d’archivio su aspetti particolari, originali ed inediti del territorio in cui vive. Impegnata da diversi anni nello studio della storia del Sud, con particolare riferimento al periodo pre e postunitario, ha pubblicato, con Adele Pulice, il saggio “Il sud prima dell’Unità d’Italia tra storia e microstoria – 1848: Massoni e Carbonari a Santo Spirito”, Levante Editore, Bari 2011. Per la Capone Editore, ha curato “Il brigante gentiluomo, Nicola Morra, il Robin Hood del Sud”, di Pasquale Ardito, 2011.

(Comunicato Stampa)